Il segreto per un chia pudding davvero buono

Il segreto per un chia pudding davvero buono

A New York abbiamo scoperto un ingrediente che cambia tutto: il latte di cocco. Ed ecco la nostra ricetta con tanti consigli

Ho preparato mille volte il chia pudding per la colazione e la merenda, ma mai, dico mai ne avevo fatto uno buono come quello che ho assaggiato un paio di settimane fa a New York in un localino delizioso a sud di Manhattan.
L’ingrediente speciale era il latte di cocco.
Inutile dire che appena sono rientrata in Italia sono corsa al supermercato a comprare tutto l’occorrente per farlo e quindi ecco la mia ricetta.

Solo tre ingredienti

L’etichetta del barattolino che conteneva questa delizia riportava solo tre ingredienti: latte di cocco, semi di chia e sciroppo d’agave come dolcificante. Poi c’erano i lamponi come decorazione.
Non era specificato quale fosse il latte di cocco utilizzato, se quello denso o quello molto liquido, quindi io nel dubbio ho fatto un mix dei due.
Il mio consiglio è di non utilizzare quello in lattina che è praticamente quasi burro/panna perché i grassi sono concentrati e separati dalla parte liquida. Quello è perfetto per fare la panna montata di cocco che magari vi racconterò in un’altra ricetta.
L’ideale è la combinazione di quello in confezioni di tetrapak che in genere si usa per i dolci, mescolato con quello vegetale per la colazione che è molto acquoso e insapore.

chia-pudding-al-cocco

La mia ricetta del chia pudding al latte di cocco

Ingredienti

(utilizzate un bicchiere qualsiasi come misurino)
Mezzo bicchiere di semi di chia
Mezzo bicchiere di latte di cocco liquido
Mezzo bicchiere di latte di cocco denso
2-3 cucchiai di sciroppo d’agave
Lamponi freschi per decorare

Procedimento

Versate tutti gli ingredienti, tranne i lamponi, in un barattolo di vetro con il coperchio.
Mescolate e poi chiudete per bene.
Shakerate il composto per un paio di minuti e poi lasciatelo riposare in frigorifero per almeno tre ore.
In genere io lo preparo la sera prima di andare a letto così al mattino è pronto.
Trascorso questo tempo i semi di chia avranno rilasciato una sorta di gel che renderà tutto morbido e cremoso come un budino.
Preparate due coppette monoporzioni e decorate il pudding con i lamponi freschi.

Più o meno cremoso dipende da te

A me piace abbastanza cremoso, quindi scarseggio con il latte. Mezzo bicchiere sì, ma non proprio.
Se lo volete più leggero invece il mezzo bicchiere deve essere abbondante.
Non vorrei dire “ad occhio” perché sarebbe poco professionale, ma dirò “a sentimento”, per intenderci.

Se non ho l’agave?

Il latte di cocco è già molto saporito se ne scegliete uno di ottima qualità, ma se volete aggiungere un po’ di dolcezza e non avete lo sciroppo d’agave potete utilizzare il miele o, molto meglio, lo sciroppo d’acero.
Attenzione però a non esagerare con le quantità perché l’agave ha un gusto molto delicato mentre il miele e lo sciroppo molto più intenso.

Una variante golosa

Per trasformare il chia pudding in un vero e proprio dessert per concludere un pasto vi suggerisco di aggiungere un cucchiaino scarso di cacao amaro nel composto prima di riporlo in frigorifero e di decorare con lamponi, gocce di cioccolato fondente e scaglie di cocco.

Ricette Simili da Leggere:

Proudly powered by WordPress