Crema allo zafferano: provala con il pandoro

Crema allo zafferano: provala con il pandoro

Una grande classico del Natale sono le creme di accompagnamento per il panettone. E per il pandoro? Il pairing perfetto è una crema allo zafferano. Verona incontra Milano

Lo zafferano non è un ingrediente solo per risotti e piatti salati, e questa ne è la prova. Sta benissimo nei budini, nelle panne cotte e nelle creme – come questa per accompagnare il pandoro veronese per un Natale “alla milanese”.

Lo zafferano è un ingrediente milanese per definizione. Basta penare che la prima bustina di Zafferano Leprotto è stata confezionata a Milano nel 1963. La polvere è di un bel colore rosso vivo, il  profumo intenso, e, come dice la confezione, un “sapore deciso”.

La ricetta della crema allo zafferano

Ingredienti per 4 persone (4 fette di pandoro)

3 rossi d’uovo
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina
½ lt. di latte
1 bustina di zafferano
per decorare grappolini di ribes rosso

Procedimento

In una casseruola montate con una frusta i tuorli d’uovo con lo zucchero finché diventano chiari, incorporate la farina setacciata, mescolate ancora e aggiungete il latte e lo zafferano.

Ponete la casseruola su fiamma media e cuocete per 10 minuti mescolando continuamente con un cucchiaio di legno finché la crema si sarà addensata.

Lasciate raffreddare e mettete in frigorifero.

Prendete il pandoro e servite con la crema calda o fredda a piacere, decorando con grappolini di ribes.

CREMA PER IL PANETTONE: LE NOSTRE IDEE

PANETTONE FARCITO: 5 CREME

Le brioches di sfoglia sono buone sia salate sia dolci

Le brioches di sfoglia sono buone sia salate sia dolci

Per una merenda tra bambini o per un finger food super sfizioso, le brioches di sfoglia sono un capolavoro di gusto.

Fresche, friabili, super golose: le brioches di sfoglia portano un tocco di atmosfera francese nel nostro menu, sono perfette da servire come merenda per i più piccoli, ripiene di confetture alla frutta o creme al cioccolato, o come finger food se farcite con salumi, formaggi o paté salati. Si preparano in pochissimo tempo, si possono fare in tantissime versioni, piacciono sempre a tutti!

Pasta sfoglia già pronta: si può!

Se non siete dei fanatici del “fatto in casa” e, soprattutto, se non avete tanto tempo a disposizione, procuratevi senza sensi di colpa della sfoglia già pronta: in commercio se ne trovano di diversi tipi, anche senza glutine per gli intolleranti. Meglio se in formato rettangolare, più facile da tagliare e senza scarti! Se invece avete voglia di mettere le mani nella farina, provate questa versione di pasta sfoglia.

brioches-di-sfoglia-dolci-e-salate

Mettiamoci al lavoro!

Prendete un rettangolo di sfoglia, stendetelo bene sul tavolo infarinato e dividetelo a metà per la lunghezza, utilizzando un coltello ben affilato. Spennellatene uno con un poco di acqua, poi sovrapponete i due rettangoli e divideteli in tanti triangoli con base di 8 cm. A questo punto siete pronti per farcire le vostre brioches di sfoglia, sia con ripieni dolci sia salati. L’importante è non esagerare con il ripieno, perché altrimenti fuoriuscirebbe. Ricordatevi poi di sistemare gli ingredienti alla base del triangolo. Una volta fatta questa operazione, arrotolate la sfoglia verso la punta del triangolo e ponete tutte le brioches su una teglia ricoperta di carta da forno. Spennellate con un tuorlo sbattuto e fate cuocere a 180° per 25 minuti, poi lasciate raffreddare qualche minuto prima di servire.

Marmellate, cioccolato, verdure, salumi e creme

Per farcire le brioches potete davvero sbizzarrirvi. Per la versione dolce potete optare per marmellate di tutti i gusti o per la classica crema pasticcera, di nocciole o di cioccolato. Nel caso di marmellate, la farcitura la potete fare prima della cottura, per creme al cioccolato, alla nocciola o per la crema pasticcera è meglio farcire le brioches una volta cotte. Se invece preferite il gusto salato, la farcitura va fatta dopo la cottura. Potete scegliete tra mousse di prosciutto, di gamberetti, di salmone, oppure crema di panna e champignon, ma anche avocado e gamberetti. Vanno benissimo tutti i salumi, tagliati sottili e accompagnati da salse come maionese, salsa rosa o senape. Per chi ama i formaggi, preparate creme di robiola unita a erba cipollina o finocchietto, di ricotta e curcuma o, ancora, di mascarpone e zenzero. Verdure sott’olio o alla brace completano le chances.

Nel tutorial qualche idea per le vostre brioches!

A tutto gratini! I contorni gratinati più golosi per le cene d’inverno

A tutto gratini! I contorni gratinati più golosi per le cene d'inverno

Finocchi, broccoli, carciofi: ecco come usare il forno per rendere queste verdure così gustose tanto da essere servite anche come piatto unico

Nel periodo invernale anche i contorni diventano più ricchi, grazie a preparazioni più elaborate e cotture in forno. Se questa sera avete voglia di un caldo comfort food, che può diventare anche un semplice piatto unico, siete nel posto giusto. Date un’occhiata alle verdure che avete in frigo e agli ingredienti in dispensa: tra besciamella, burro, parmigiano, pangrattato e aromi vari otterrete un piatto delizioso. Ecco qualche idea.

I finocchi gratinati con prosciutto e formaggio

Il sapore dei finocchi è delicato e li rende perfetti con il formaggio. Lessateli così che si ammorbidiscano e provate la cottura con la forchetta: non dovranno essere troppo molli perché cuoceranno ancora nel forno. Metteteli in una teglia con cubetti di formaggio filante, come groviera o bitto, se desiderate un piatto sostanzioso e saporito, e straccetti di prosciutto cotto. Spolverate con il parmigiano, aggiungete qualche fiocchetto di burro e infilate nel forno già caldo per una decina di minuti a 180° C. Azionate il grill per una crosticina da urlo!

finocchi gratinati
Finocchi gratinati.

I broccoli in forno con besciamella

Lessate le cimette di broccolo e mettetele in una teglia. Aggiungete della besciamella, regolate di sale e pepe, spolverate con parmigiano e pangrattato e mettete i broccoli in forno a 180° C sotto al grill finché non diventano dorati e croccanti.

Carciofi al gratin con prezzemolo e pecorino

Mondate i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, la barbetta e la parte del gambo più filamentosa. Lessateli in acqua bollente salata finché non risulteranno teneri. Scolateli e tagliateli a metà. Preparate in una ciotola un mix di pangrattato, pecorino grattugiato, prezzemolo tritato e olio d’oliva. Ungete il fondo di una teglia, poi posizionate i carciofi e cospargeteli del mix di pangrattato. Ricopriteli completamente. Mettete in forno a 180° C per 20 minuti.

Pomodori gratinati al profumo di aglio

I pomodori non sono ortaggi invernali, ma se desiderate un contorno più leggero dei precedenti vanno bene per un gratin. Potete scegliere anche quelli più piccoli. Tagliateli a metà e svuotateli dei semini. Preparate a parte il pangrattato, mescolato a parmigiano, prezzemolo, olio extravergine d’oliva e a uno spicchio d’aglio tritato. Posizionate i pomodorini in una teglia unta e con un cucchiaino mettete il composto di pangrattato su ciascun pomodoro. Passate in forno per mezz’ora a 180° C.

 

Proudly powered by WordPress