Tag: bicchiere

» Pastiera al bicchiere – Ricetta Pastiera al bicchiere di Misya

Misya.info

Sbattete bene le uova con metà dello zucchero, quindi cuocete a bagnomaria, sempre continuando a montare con le fruste, per circa 10 minuti o fino a portarlo a 72°C.
Lasciate raffreddare.

Versate latte, grano, lo zucchero rimanente, cannella, buccia di arancia grattugiata e bacca di vaniglia incisa in un pentolino.
Cuocete per circa 30 minuti, quindi lasciate raffreddare.

Setacciate la ricotta e mescolatela con millefiori, fior d’arancio e lo zabaione ormai freddo.
Una volta che la crema di grano sarà fredda, aggiungete anche quella.

Dovrete ottenere una crema omogenea.

Stendete la pasta frolla e ritagliate delle striscette da 5×0.5 cm (o a seconda del bicchiere che avete scelto di usare).
Cuocete a 180°C per circa 7 minuti in forno ventilato già caldo, quindi fate raffreddare.

Riempite i bicchieri da martini di crema, quindi decorate con 4 bacchette di frolla incrociate, zucchero a velo e canditi e servite la vostra pastiera al bicchiere!

Anna in Casa: ricette e non solo: Tortine del bicchiere

Anna in Casa: ricette e non solo: Tortine del bicchiere

Il nostro giardiniere, ne abbiamo uno che gentilmente sistema la siepe (per fortuna almeno quello mi viene risparmiato), ogni anno si stupisce della mia non capacità con buoni risultati.
Lo so è contorto, ora mi spiego meglio.
Anni fa, quando ci siamo trasferiti in questa casa, abbiamo chiesto ad giardiniere di fiducia di rifare il giardino scegliendo il metodo più comodo e rapido, quello dei rotoli di erba.
Dopo aver ripulito, arieggiato e preparato il terreno, con sapienza da esperto i rotoli sono stati posati.
Negli anni qua e là c’è stato bisogno di qualche pezza e il giardiniere ci ha sempre supportato in questo portandoci i rotoli per la sostituzione.
Fino a qui niente di strano, se non fosse che io non preparo il terreno e non rimuovo l’erba rovinata, ma mi limito a srotolare l’erba e appoggiarla sul pezzo di prato rovinato. Ogni anno puntualmente l’erba attacca perfettamente senza nessuno sforzo e senza capirne assolutamente niente di giardinaggio e ogni anno lui si resta sbalordito di come io ci riesca.
Questo è stato il mio lavoro di oggi, posizionare i nuovi rotoli su una parte di prato bruciata.
Per riprendermi dal duro lavoro di posizionamento rotoli, che per inciso pesano parecchio, mi sono consolata con una di queste soffici tortine, preparate solo utilizzando un bicchiere come misura, una ciotola e un cucchiaio.

Ingredienti per 18-20 tortine

4 uova

1 bicchiere di zucchero 

1 bicchiere di farina

1/2 bicchiere di cacao

1 bicchiere di panna

1 bustina di lievito

Preparazione

Scaldare il forno a 180°C e preparare una teglia da muffin con i pirottini di carta o imburrandola.

In una ciotola mescolare le uova intere con lo zucchero.
Aggiungere la panna e mescolare ancora.
Unire in due volte le polveri setacciate e amalgamare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Versare nei pirottini e infornare per 15-20 minuti, vale la prova stecchino.
Togliere dal forno e lasciare raffreddare prima di tagliare e servire.

P.S. se dovete infornare due volte, potete tenere l’impasto avanzato, coperto in froigorifero prima di utilizzarlo di nuovo.

Risotto Alla Valdostana

In una casseruola mettete 50 g di burro. Fatelo imbiondire e aggiungete 450 g di riso, mescolate e irrorate con 1 bicchiere di vino bianco. Lasciate evaporare il vino ed aggiungete il brodo (anche di dado) bollente, mescolate di tanto in tanto in attesa che cuocia (circa 16 minuti). Arrivati ai 14 minuti, lasciare la casseruola sul fuoco, mantecare il riso con 200 g di fontina valdostana. Continuare a mantecare sino all’assorbimento totale del formaggio.

> Leggi tutto

Proudly powered by WordPress