Tag: impasto

Focaccia senza impasto passo passo

Il fine settimana per me vuol dire cucinare. Il pranzo del sabato o della domenica di solito sono dedicati a preparazioni più elaborate che prevedono spesso la pasta fatta in casa. Le cene di questi giorni invece di solito sono easy, non impegnative, che spesso prevedono pizza o focaccia per accompagnare insalate o salumi e formaggi.

La focaccia senza impasto è il mio cavallo di battaglia da un po’ di tempo. Ha poco a che fare con le classiche focacce che preparo di solito, con impasto lavorato e ore di lievitazione, questa  richiede 5 minuti, due strumenti per prepararla e una teglia per cuocerla. 

Ingredienti

per l’impasto

300 g di farina 0

200 ml di acqua 

15 g di lievito di birra

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaino di miele (o in alternativa zucchero)

2 cucchiaini rasi di sale 

Preparazione

In una ciotola sciogliere il lievito con l’acqua tiepida e il miele.

Aggiungere l’olio

e metà della farina. Mescolare bene, io ho utilizzato una frusta,

aggiungere il sale e il resto della farina.

Continuare ad impastare fino ad ottenere un composto morbido ma omogeneo (qui per comodità sono passata dalla frusta ad un leccapentole).

Foderare una teglia non troppo grande ( se volete una focaccia bella alta) con carta forno e ungete con olio.

Trasferire il composto nella teglia, senza stenderlo

e coprirlo con pellicola trasparente.
Mettere a lievitare nel forno con la luce accesa fino

a quando l’impasto è ben gonfio.

A lievitazione avvenuta, bagnarsi le mani con l’olio e delicatamente affondare le dita nell’impasto. Non preoccupatevi se il bordo si frastaglia.

Coprire nuovamente con pellicola e lasciare lievitare giusto il tempo di riscaldare il forno a 220°C.

Infornare nella parte più bassa del forno ( il primo piano porta teglie) per 15 minuti e 5 minuti a 3/4 del forno. La focaccia è pronta quando è dorata sia sotto che sopra.

Pizza senza impasto a lievitazione lenta

I pranzi del fine settimana chiamano pasta al forno, ragù, arrosto e dolce, proprio come la cena della domenica chiama pizza.
Per evitare di passare il pomeriggio di festa a preoccuparmi di preparare l’impasto, ultimamente mi affido alla super collaudata ricetta di Bonci: poco lavoro e una lunga lievitazione.
Di solito preparo l’impasto il venerdì sera (a volte mi succede di prepararlo il sabato prima di andare a letto 😉) e poi me ne dimentico fino al pomeriggio della domenica.
Credetemi se vi dico che il 10 minuti di lavoro senza planetaria, e una lunga lievitazione, otterrete una pizza alta e soffice.
Non lascerete mai più questa ricetta.

Ingredienti

500 g di farina 0
400 g di acqua a temperatura ambiente
10 g di lievito di birra fresco
10 g di sale
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Preparazione

In una ciotola capiente versare la farina e mescolarla bene con una frusta, io faccio così quando non ho voglia di setacciarla 😊.
Sciogliere nell’
acqua il lievito e poi versare il tutto nella farina, in un colpo solo.
Mescolare con un cucchiaio, risulterà un composto morbido e appiccicoso, ma non preoccupatevi, deve essere così.
A questo punto impastare con dal basso verso l’alto, aggiungere il sale e continuare a mescolare fino ad assorbimento del sale.
Infine unire l’olio e continuare ad impastare fino ad assorbimento dell’olio.
Lasciare l’impasto nella ciotola e coprirlo con pellicola da cucina.
Mettere l’impasto in frigorifero e lasciarlo per almeno 24 ore, ore in cui lieviterà e formerà delle bolle in superficie.

Trascorso il tempo di lievitazione, prendere la ciotola e rovesciare l’impasto in una teglia da forno leggermente unta.
Ungersi le mani e delicatamente allargare l’impasto, cercando di non rompere troppo le bolle che si sono formate.
Lasciare a temperatura ambiente per 1 ora.

Scaldare il forno a 220°C.

Condire la pizza a piacere e infornare per 20 minuti nella parte bassa del forno e 5 minuti a metaà forno.

Controllare la cottura e togliere dal forno.
Servire e buon appetito 😋

Divina di Vittorio Cerea

Oggi nella giornata di San Lorenzo dove ognuno di noi almeno una volta ha trascorso un po’ di tempo a guardare le stelle cadenti il Calendario del Cibo italiano dedica la giornata a quelle stelle che sono l’orgoglio della cucina italiana ecco quindi la GN delle Stelle Michelin

Abbiamo quindi l’occasione di interpretare una ricetta stellata ed è un vero onore poterlo fare.

Io ho scelto un dessert dei fratelli Cerea del ristorante “Da Vittorio” detentore di ben tre stelle Michelin

Divina 

dal libro “I segreti dei gradi chef – Da Vittorio – I fratelli Cerea” 

Dosi per una torta 20 cm 

Per frolla croccante al cacao

110 g burro

110 g zucchero

200 g farina debole

25 g cacao amaro

Per crema al cioccolato e caffè

210 ml panna

70 g miele acacia (al posto dello zucchero invertito)

8 ml caffè solubile

70 g mascarpone

420 g cioccolato al 55%

280 ml panna montata

Per pan di spagna al cacao

50 g tuorli

60 g uova

60 g zucchero

40 g albumi

15 g miele acacia (x zucchero invertito)

32 g farina per dolci

18 g cacao

Per decorare

Cacao in polvere

Iniziare la sera prima ad impastare gli ingredienti come per una normale frolla, facendo attenzione a non lavorare troppo la farina. Stendere l’impasto a pezzettini su una teglia e lasciare seccare per una notte. Poi cuocete a 160° per 25 minuti in forno statico

Preparare la sera prima anche il pan di spagna montando bene con le fruste i tuorli, le uova e metà dello zucchero fino a quando saranno belli gonfi

Setacciate la farina con il cacao e unire delicatamente al composto di uova montate.

Montate gli albumi aggiungendo lo zucchero rimasto e il miele, aggiungere delicatamente all’impasto, quindi trasferire in una tortiera e fate cuocere a 180° per 14 minuti in forno statico, quindi far raffreddare

Il giorno dopo preparare la crema

Mescolare la panna con il miele (o lo zucchero invertito) e il caffè e portare a bollore.

Poi aggiungere il cioccolato spezzettato aspettare qualche minuto, quindi mescolare fino ad avere una crema ben amalgamata e densa, lasciare raffreddare mescolando ogni tanto quindi aggiungere il mascarpone ed infine la panna montata si otterrà così una crema morbida ma sostenuta.

Ora non resta che montare il dolce.

Adagiate sul fondo di un cerchio apribile il pan di Spagna, ricopritelo con la crema al cioccolato e caffè per uno strato alto due dita, la crema è abbondante ne avanzerà un po’.

Traferire in frigorifero a raffreddare per almeno 2 ore.

Poi coprire tutta la superficie della torta con i pezzetti di frolla croccante, spolverare di cacao e servire

Semplicemente divina

Proudly powered by WordPress