Tag: uova

Gnocchi di ricotta senza uova

Gnocchi di ricotta senza uova

Dato che la realtà dei fatti è che non so effettivamente che giorno sia, oggi gnocchi, ma non i classici, oggi gnocchi di ricotta con tre ingredienti. Facilissimi, velocissimi e super gustosissimi, provare per credere.

Ingredienti

250 g di ricotta
125 g di farina 00
100 g di formaggio grana grattugiato
sale

Procedimento

In una ciotola versare la ricotta, privata della parte liquida nel caso ci fosse.
Con una forchetta mescolare la ricotta e salarla leggermente.
Aggiungere la farina, mescolare e in ultimo aggiungere il formaggio grattugiato.

Continuare a mescolare e quando il composto è un po’ più consistente trasferirlo sulla spianatoia leggermente infarinata; il composto risulterà un pochino appiccicoso ma è normale, personalmente cerco di aggiungere il meno possibile ulteriore farina, giusta la quantità necessaria per riuscire a lavorare.
Formare un panetto e successivamente dei filoncini dello spessore di un dito.
Da ogni filoncino ricavare degli gnocchetti di circa 1 cm e 1/2 – 2.

Potete lasciare i tocchetti tale e quali o utilizzare come me l’arriccia gnocchi.

Mettere sulla fiamma una pentola con abbondante a acqua salata e al primo bollore tuffare gli gnocchi.
Quando vengono a galla, aspettare una trentina di secondi e poi con la schiumarola scolarli.

A piacere potete condire gli gnocchi di ricotta con pomodoro fresco, formaggio grana e basilico,

un condimento semplice e veloce ma gustoso.

Ricetta Uova ripiene – La Cucina Italiana

Ricetta Uova ripiene - La Cucina Italiana
  • 80 g formaggio fresco tipo robiola
  • 30 g aceto balsamico
  • 25 g uvetta
  • 20 g mosto cotto
  • 12 g Grana Padano Dop grattugiato
  • 10 pz uova
  • zenzero fresco
  • zafferano in polvere
  • prezzemolo
  • menta
  • cannella in polvere
  • chiodi di garofano
  • farina
  • maggiorana
  • olio di semi
  • sale
  • pepe

Per la ricetta delle uova ripiene, rassodate tutte le uova, sgusciatele, tagliatele a metà per il lungo ed estraete i tuorli. Ammollate l’uvetta in acqua tiepida e tritatela grossolanamente. Sciogliete mezza bustina di zafferano in 2 cucchiai di acqua tiepida. Tritate un ciuffo di prezzemolo, le foglioline di 2 rametti di maggiorana e 5-6 foglie di menta. Schiacciate 6 tuorli sodi e mescolateli con la robiola, 20 g di uvetta, il grana grattugiato, lo zafferano, un pizzico di sale, una macinata di pepe, le erbe tritate e 1 albume sodo sminuzzato. Riempite 12 mezzi albumi sodi con il composto di tuorli; infarinateli e friggeteli in abbondante olio di semi bollente per 20-30 secondi.
Per la salsa: Schiacciate gli altri 4 tuorli sodi
e mescolateli con l’uvetta rimasta, l’aceto balsamico, il mosto cotto, 1 cucchiaino di cannella, 1 chiodo di garofano pestato, un pezzetto di zenzero fresco tagliato a rondelle e 2-3 cucchiai di acqua. Filtrate la salsa e fatela asciugare sul fuoco per un paio di minuti. Completatela a piacere con stimmi di zafferano. Servite le uova accompagnandole con la salsa: ciascuno se ne servirà per irrorarle.

Uova alla benedettina, ricetta facile

Uova alla benedettina, ricetta facile

Come cucinare le uova alla benedettina, una ricetta semplice perfetta per la colazione salata del sabato

Uova alla benedettina. Ma possiamo chiamarle anche uova alla Benedict!
Sì, perché questa ricetta in realtà arriva dalla cucina anglosassone e propone le uova affogate in versione inedita (e assolutamente elegante). Si tratta infatti di uova affogate servite su un crostone di pane con prosciutto e salsa olandese, da guarnire a piacere. Se volete scoprire perché si chiamano così, leggete il nostro articolo “La (forse) vera storia delle uova alla Benedict”, mentre di seguito vedremo la ricetta più facile per cucinare le uova alla benedettina.
Sì, perché quando vi abbiamo scritto facile nel titolo, intendevamo facile per chi sa già preparare le uova affogate.

La salsa per le uova alla benedettina

Questa è la prima cosa che dovrete preparare e piacerà molto a chi ha una buona dimestichezza con la maionese fatta in casa. Per prima cosa  portate a bollore 40 g di acqua con 20 grammi di aceto, qualche grano di pepe, una presa di sale e mezzo scalogno sbucciato e affettato. Fate bollire per circa 2’ e mezzo, finché il liquido si sarà ridotto di poco più di metà. Lasciate intiepidire. Versatelo filtrandolo su 4 tuorli raccolti in una bastardella, trasferiteli su un bagnomaria caldo, dopo avere spento il fuoco, e cominciate a montarli con la frusta fino a ottenere una crema spumosa, poi incorporate a filo 250 grammi di burro chiarificato fuso, sempre continuando a mescolare con la frusta, finché la salsa non sarà morbida. Completate con 2 cucchiai di succo di limone.

Come cucinare le uova per fare le uova alla Benedict

La prima fase è preparare le uova da affogare. Per poterle bagnare con la salsa, la cottura migliore è quella dell’uovo in camicia! Quindi rompete le uova su un piattino (una ad una), calatele in acqua, acidulata con poco aceto, a lieve bollore e cuocetele per circa 3-4’ .

Come affogare le uova con la salsa olandese

Il procedimento che trasformerà le vostra uova in camicia in uova alla benedettina, è questo ultimo passaggio. (Tranquilli, il peggio è passato).
Spennellate 8 fette di pane con un po’ di burro fuso e tostatele in padella. Rosolate in una padella senza grassi 400 grammi di prosciutto cotto, poi mettetelo sulle fette di pane. Posatevi sopra un uovo, completate con abbondante salsa olandese e servite.

Per guarnire le uova alla benedettina

Potete completare il vostro piatto, potete guarnire con erba cipollina, pepe rosa o aneto fresco. Siete in cerca di un tocco strong? Una spolverata di paprika e non ve ne pentirete!

Proudly powered by WordPress