Tag: uova

Come fare una torta senza latte, senza uova e senza burro

Come fare una torta senza latte, senza uova e senza burro

Intolleranti alle uova o al latte e vegani tutti, questo articolo è per voi. Prepariamo una torta deliziosa e perfetta per la colazione senza proteine animali.

Alternative vegetali nella torta

Vi assicuriamo che una torta senza uova si può fare e anche senza burro può essere comunque molto soffice.
Molti utilizzano i semi di chia per dare elasticità al composto perché immersi in un liquido diventano gelatinosi quasi quanto l’albume d’uovo.
In realtà anche senza questo ingrediente si può preparare un dolce morbido e leggermente umido che può essere consumato semplicemente con caffè o tè a colazione, ma che può diventare anche la base di una torta con la crema… purché anche la crema sia fatta senza uova. (Se siete curiosi di provare, ecco la ricetta della crema senza uova.)
Mescolando, infatti, ingredienti secchi come farina, lievito e cacao, con ingredienti liquidi come latte vegetale (soia, mandorle o cocco), olio e succo di arancia o limone, si otterrà una consistenza molto simile a quella di una classica torta con uova, latte e burro. L’importante è aggiungere sempre un po’ di lievito in polvere.

La scelta della farina

Potete utilizzare farina 0 oppure 00 per la preparazione delle torte o anche miscelare queste due con una farina di riso o di farro. Se non amate le farine molto raffinate utilizzate quelle integrali, ma il risultato sarà una torta un po’ meno soffice e più rustica.
Se scegliete la farina con il lievito all’interno non avrete ovviamente bisogno di aggiungere altri agenti lievitanti.
L’importante è sempre setacciare molto bene sia la farina che il lievito per non creare grumi nell’impasto e per ottenere una consistenza più leggera e soffice.

Le torte “senza”

Ecco, dunque, tre ricette che siamo certi vi piaceranno e che non hanno nulla da invidiare ad una classica torta completa di tutti gli ingredienti.

Torta alla vaniglia senza uova, burro e latte

Per preparare questa torta separate gli ingredienti liquidi da quelli in polvere. E quindi in un recipiente mescolate 230 g di latte di soia e 100 g di olio di semi e a parte mescolate 230 g di farina 0, 160 g di zucchero di canna (o semolato) e mezza bustina di lievito.
Riunite i due composti mescolandoli con una frusta a mano e aggiungete delle bacche di vaniglia o un cucchiaio di estratto. Versate il composto in uno stampo rivestito con carta forno e cuocete a 180° per 35 minuti circa.

Torta alle banane

Schiacciate la polpa di tre banane mature con una forchetta finché non diventa una crema.
Mescolate con mezza tazza di zucchero di canna e cannella in quantità (se vi piace).
Aggiungete una tazza di farina e il lievito (vegano se volete) ben setacciati e mescolate con una frusta a mano.
Aggiungete anche noci e nocciole tritate grossolanamente e mescolate.
Riempite una teglia rettangolare non troppo grande rivestita con carta forno.
Infornate a 170° per circa 45-50 minuti.

Torta al cacao senza uova

Setacciate una bustina di lievito (vegano se preferite) con la farina 0 e 75 g di cacao amaro e mescolate tutto con 250 g di zucchero di canna.
A parte mescolate 50 ml di olio di semi con 380 ml di latte di soia e il succo di mezza arancia (o limone).
Unite il composto liquido a quello secco e mescolate con un cucchiaio di legno.
Aggiungete delle bacche di vaniglia e poi versate il composto in uno stampo rivestito con carta forno.
Cuocete a 180° per circa 30 minuti in forno ventilato.
Se la torta dovesse essere ancora troppo liquida all’interno, copritela con carta stagnola, selezionate la cottura dal basso e tenetela in forno per altri 5 minuti.

Ricetta Crostoni con uova alla Benedict

Ricetta Crostoni con uova alla Benedict
  • 250 g zucchine
  • 4 fette di pane casereccio
  • 4 uova
  • 3 tuorli
  • 1 cipollotto
  • 4 fette di prosciutto crudo
  • scalogno
  • maggiorana
  • erba cipollina
  • aceto di vino bianco
  • vino bianco secco
  • burro
  • burro chiarificato
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per preparare i crostoni con uova alla Benedict, lavate le zucchine e tagliatele ricavando solo la parte esterna, verde e polposa. Dividetela in bastoncini, conditeli con una presa di sale e lasciateli marinare per 1 ora. Strizzateli infine delicatamente e conditeli con un filo di olio e una macinata di pepe.
Mondate il cipollotto, tagliatelo a pezzi e cuocetelo in una padella con una piccola noce di burro e 2-3 cucchiai di acqua per 7-8 minuti, quindi tritatelo.
Fondete 100 g di burro chiarificato.
Raccogliete in una piccola casseruola 40 g di vino bianco, 50 g di aceto, 2-3 cucchiai di acqua, 5-6 grani di pepe, 2 rondelle di scalogno e un rametto di maggiorana. Fate bollire per ridurre il liquido alla metà del volume.
Montate i tuorli a bagnomaria con la riduzione di vino e aceto, finché non diventano cremosi, quindi togliete dal fuoco e mescolate energicamente unendo il burro chiarificato a filo, poco per volta; insaporite con qualche filo di erba cipollina sminuzzata e mescolate ancora, ottenendo la salsa olandese.
Cuocete le uova, una per volta, in un piccolo pentolino, in 1/2 litro di acqua lievemente bollente e acidulata con 1 cucchiaio di aceto per 2-3 minuti, avendo cura che l‘uovo sia completamente immerso. Scolate via via le uova su carta da cucina e tenetele in caldo.
Distribuite le zucchine sulle fette di pane leggermente tostate in padella, coprite con una fetta di prosciutto, quindi adagiatevi sopra le uova; completate con la salsa e servite.

Polpettone, ripieni alternativi! Verdure, salumi, uova, formaggi… tante idee!

Polpettone, ripieni alternativi! Verdure, salumi, uova, formaggi... tante idee!

Dalle uova ai salumi, dalle verdure al formaggio, ecco tutti i modi di farcire uno dei secondi piatti più fantasiosi della cucina italiana

Il modo migliore per rendere il polpettone ancora più goloso è arricchirne l’impasto base con una ricca farcitura. Il mix di carne macinata, uova e pane ammorbidito nel latte viene steso su un foglio di carta forno, formando un rettangolo e poi farcito: i classici sono le uova sode, gli spinaci, i formaggi e i salumi, ma i ripieni per polpettone sono tanti, uno più buono (e colorato) dell’altro. Non resta poi che chiuderlo, dargli la classica forma affusolata e cuocerlo.

Polpettone… a tutta verdura

Le verdure sono l’ideale nei ripieni per polpettone: leggere e colorate, non appesantiscono un piatto già molto ricco. Gli spinaci sono un grande classico: vengono sbollentati, strizzati e poi mescolati, spesso con della ricotta. Questo composto viene spalmato sull’impasto del polpettone, prima di cuocerlo. In alternativa si possono frullare gli spinaci direttamente con parte della carne, come nel polpettone a due colori. Per dare un tocco di rosso e giallo al vostro polpettone, farcitelo con delle falde di peperone arrosto; se invece preferite un polpettone arcobaleno, sbollentate dei fagiolini e delle carote a listarelle e saltate in padella dei peperoni. Condite tutte le verdure con del timo fresco e un filo d’olio e il ripieno è pronto. Chi ama il verde può farcire il polpettone con zucchine trifolatepisellini freschi e asparagi a tocchetti saltati in padella.

Ricchi ripieni per polpettone

Ci sono occasioni in cui il secondo deve essere molto sostanzioso: in questi casi si può farcire il polpettone con delle uova sode, ottenendo così quando lo si taglia a fette cerchi concentrici che passano dai toni scuri della carne, al bianco candido dell’albume e al giallo  del tuorlo. Per renderlo ancora più goloso, stendete sulla carne delle fette di prosciutto, formaggio, verdure grigliate. In alternativa c’è il polpettone alla napoletana: un tripudio di pane, tuorli, uvette, pinoli e spezie. Se proprio non ne avete abbastanza, stendete l’impasto per il polpettone e adagiateci oltre a salumi e zucchine, una frittata e dei tocchetti di formaggio.

Farciture filanti

Tra tutti i ripieni per polpettone, però, più goloso è quello filante: un involucro di carne ben aromatizzata che racchiude un cuore di formaggio cremoso, come nel polpettone di pollo e coniglio con cuore di toma. Altri formaggi che rendono bene in cottura sono scamorza, caciotta, caciocavallo, asiago, fontina. Meglio invece evitare la mozzarella, che rischia di rilasciare troppa umidità e rendere molle il vostro polpettone.

Proudly powered by WordPress