Tag: Secondi Piatti

Pane di semola di Nunzia

Pane di semola di Nunzia

Il pane, solo acqua, farina e lievito.
Non voglio scrivere qualcosa che non capisco o di cui no so nulla, ma posso e voglio con questa semplice pagnotta ringraziare.
Un immenso grazie va ai medici e agli infermieri ma anche tutte le persone che ogni giorno, non solo in questo periodo buio, lavorano negli ospedali, a quelli che sono in prima linea e a quelli che lavorano nascosti. Un grazie a tutti i volontari che non chiedono e fanno, e fanno tanto.
Un grazie alle forze dell’ordine e a chi fa in modo che le cose vadano avanti, in un modo o nell’altro, al di là delle idee di ognuno di noi.
Un grazie anche chi tutti i giorni chi va a lavorare per rifornire i negozi di generi di prima necessità. Un grazie a chi lavora nei supermercati, nelle farmacie.
Un grazie al postino che tutti i giorni ci porta la posta, gli impiegati che vanno lo stesso in ufficio, gli autisti dei mezzi di trasporto, gli operatori ecologici e a tante altre persone che non vediamo o di cui non sappiamo.
Grazie a chi, mentre #iorestoacasa lavora anche per me.
Una semplice pagnotta per un semplice grazie, il mio.

Un grazie anche a Nunzia Bellomo del blog Mieledilavanda per la ricetta.

Ingredienti x due pagnotte

600 g di semola rimacinata
circa 380 ml di acqua a temperatura ambiente
3 g di lievito secco
1 cucchiaino di miele
12 g di sale

Procedimento

Versare la semola nella ciotola della planetaria.
Pesare 320 ml di acqua, togliendola dal totale.
Azionare la planetaria con il gancio e aggiungere poca alla volta l’acqua, lavorando l’impasto fino a completo assorbimento.
Coprire l’impasto con un panno umido e lasciare riposare per una quarantina di minuti.
Trascorso il tempo azionare la planetaria, aggiungere all’impasto il miele, poi il lievito e poca alla volta metà dell’acqua rimasta.
Quando l’acqua è stata assorbita e l’impasto è liscio ed omogeneo, aggiungere il sale e successivamente il resto dell’acqua.
Lasciare incordare bene il composto, portarlo sulla spianatoia, pirlarlo e poi riporlo in una ciotola coperto a lievitare (io in forno con la luce accesa) fino al raddoppio.
A raddoppio avvenuto, riprendere l’impasto e rovesciarlo sul piano infarinato con semola. Dividerlo a metà per avere due pagnotte.
Formare il pane e riporlo in due ciotole con la parte di chiusura verso l’alto, coprire e rimettere a lievitare per 2 ore circa.
Scaldare il forno a 230°.

Riprendere nuovamente gli impasti e rovesciarli in due teglie foderate con carta forno.

Incidere la superficie con un taglio o con una croce.

Infornare e cuocere per 20 minuti.

Trascorso il tempo, abbassare la temperatura a 220 

per altri 20 minuti circa.

Sfornare le pagnotte e porle su una gratella a raffreddare 

completamente prima di tagliarle e servirle.

» Risotto al finocchio – Ricetta Risotto al finocchio di Misya

Misya.info

Pulite i finocchi (eliminate i gambi, le basi ed eventuali foglie esterne rovinate) e tagliateli a fettine sottili.

Tritate lo scalogno e fatelo appassire con 20 g di burro presi dal totale, quindi aggiungete i finocchi e fateli rosolare per qualche minuto, mescolando.
Unite anche il riso e fatelo insaporire, infine coprite con il brodo e iniziate la cottura.

Aggiungete altro brodo man mano che viene assorbito, mescolate ogni tanto, e portate a cottura.
Quando il riso sarà ben cotto, (ci vorranno circa 15-20 minuti), mantecate con burro e parmigiano e aggiustate di sale e pepe.

Il risotto al finocchio è pronto, servitelo subito.

Ricetta Pollo alla bellunese – La Cucina Italiana

Ricetta Pollo alla bellunese - La Cucina Italiana
  • 1 pz pollo
  • 300 g farina di mais
  • 200 g funghi champignon
  • 50 g burro
  • 40 g salame
  • 8 pz fettine di funghi porcini secchi
  • 1 pz cipolla bionda
  • 1 pz spicchio di aglio
  • prezzemolo tritato
  • brodo vegetale
  • vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per la ricetta del pollo alla bellunese, ammollate i funghi secchi in acqua tiepida. Mondate gli champignon e tagliateli a fette. Lavate il pollo e dividetelo in 8 pezzi; pulite bene le rigaglie e tritatele. Rosolatelo in una casseruola con il burro per 6-7 minuti, regolando di sale e di pepe. Liberate la casseruola e nella stessa soffriggete per un paio di minuti la cipolla tagliata a fette, lo spicchio di aglio, schiacciato con la buccia, e un cucchiaio di prezzemolo tritato; quindi unite di nuovo il pollo, sfumate con un goccio di vino bianco e lasciate evaporare per 3-4 minuti; aggiungete anche le rigaglie e il salame tritati,
i funghi secchi e 1 mestolo di brodo e proseguite la cottura per 45 minuti. Unite, infine, gli champignon, cuocete ancora per 5 minuti, spegnete la fiamma e condite con 2 cucchiai di prezzemolo tritato.
Per la polenta: portate a bollore 1,5 litri di acqua con un filo di olio e un pizzico di sale. Versatevi la farina di mais, mescolando con una frusta. polloCuocete la polenta per 40-45 minuti, mescolando di tanto in tanto. Versatela infine in un piatto di portata. Accomodate i pezzi di pollo sulla polenta, completate con il sughetto e servite subito.

Proudly powered by WordPress