Tag: Ricette Facili

» Riso venere con tonno

Misya.info

Innanzitutto cuocete normalmente il riso in acqua leggermente salata e scolatelo al dente in base ai tempi di cottura riportati sulla confezione (di solito intorno ai 40 minuti, ma ne esistono anche delle versioni parboiled che cuociono in tempi molto più rapidi), quindi lasciatelo raffreddare.

Lavate la zucchine, mondatela e tagliatela a dadini piccolini, quindi fatela saltare in padella con sale e olio a fiamma vivace per pochi minuti, giusto il tempo di farla rosolare per bene.
Mettetela da parte e lasciatela raffreddare.

Nel frattempo preparate tutti gli altri ingredienti: sciacquate bene il mais, lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi, sgocciolate bene il tonno, dissalate i capperi e denocciolate le olive.
Quando riso e zucchine saranno a temperatura ambiente (o al massimo tiepidi), unite tutto in una ciotola, condendo con basilico, sale e olio.

Il riso venere con tonno è pronto: se lo preparate con almeno mezz’ora di anticipo sarà anche più saporito.

Ricetta Giardiniera di verdure con hummus

Ricetta Giardiniera di verdure con hummus
  • 750 g carote multicolore
  • 600 g asparagi bianchi
  • 480 g ceci sgocciolati
  • 150 g aceto di mele
  • 150 g finocchi
  • 50 g zucchero
  • 25 g tahina (crema di sesamo)
  • limone
  • aglio
  • paprica
  • olio extravergine di oliva
  • pepe
  • sale

Per la ricetta della giardiniera di verdure con hummus, sbucciate le carote; pulite gli asparagi e i finocchi (scegliete le guaine più esterne). Tagliate le verdure con un taglio chiamato «a punta di matita». Portate a bollore in una casseruola mezzo litro di acqua con l’aceto, lo zucchero e un cucchiaio raso di sale.
Lessatevi le verdure separatamente, cominciando da quelle più chiare alle più scure: gli asparagi cuociono per 6 minuti, i finocchi per 2 minuti, le carote per 3. Frullate i ceci con la tahina, 40 g di succo di limone, 5 g di sale, 5 g di olio, 10 g di acqua, un pezzetto di aglio sbucciato, pepe, ottenendo l’hummus. Servite le verdure agrodolci con l’hummus, spolverizzato con un po’ di paprica. Guarnite a piacere con aneto.

Come si prepara un daiquiri

Come si prepara un daiquiri

Intrigante, profuma di Havana e di sigari, il Daiquiri era il preferito di Ernest Hemingway. Da scoprire nella sua ricetta originale, nei consigli della bartender, negli abbinamenti e non solo

È nato in una miniera di ferro (leggenda), ma è finito presto nei grandi hotel dell’Avana (storia). Dove ha fatto innamorare Ernest Hemingway ed è diventato un cult. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul cocktail fresco e estivo, il Daiquiri.

Daiquiri: i consigli dell’esperta

Bio barlady, Francesca Gentile (studi di scienze politiche e di fotografia) ha seguito la sua passione e a Montecatini ha aperto il cocktail bar Funi 1898, un punto di riferimento per qualità e innovazione. A lei, abbiamo chiesto 4 consigli per fare un daiquiri perfetto, o quasi!

1 Sotto zero
Per aumentarne la bevibilità, il cocktail deve essere servito a bassissima temperatura, circa -5 °C, nella coppa ghiacciata: va tenuta in freezer prima di riempirla.

2 Zucchero
Si tenderebbe a usare lo sciroppo, ma il cantinero cubano Constantino Ribalaigua Vert nel 1914 usava lo zucchero di canna bianco, che va fatto sciogliere completamente con il succo di lime.

3 Lime
Preferibile il tipo messicano, più succoso delle altre varietà.

4 Schegge
Ideali i cubetti di ghiaccio forati: rompendosi facilmente durante la shakerata cedono al drink micro scaglietteche rendono più piacevole la bevuta.

Daiquiri, la ricetta base

Ingredienti per 1 cocktail:
45 ml rum bianco
15 g zucchero di canna bianco
25 ml succo di lime fresco

Procedimento:
Riempite uno shaker con abbondante ghiaccio.
Versatevi lo zucchero di canna e il succo di lime.
Mescolate con un bar spoon (cucchiaino lungo) per fare sciogliere lo zucchero.
Aggiungete il rum (circa 1/2 tazzina da caffè).
Shakerate con forza.
Versate in una coppetta da Champagne e guarnite con una fetta di lime o una spirale di scorza.

Daiquiri: abbinamenti

Acido e secco, è l’ideale con dolci al cioccolato fondente che esalta il rum. Ma anche con aragosta o gamberi, magari marinati al lime e vaniglia, fiammeggiati con rum e racchiusi in un club sandwich.

Daiquiri: il rum giusto

Havana Club 3 Años
L’inconfondibile «odore» dell’Avana: banana matura, vaniglia, quercia, frutta caramellata. Questo rum è la vera essenza di Cuba.

Clairin Communal
Un rum aromatico e complesso con profumi di canna da zucchero e di pera. Il sapore fruttato chiude con note di fieno e fiori secchi.

Plantation 3 Stars White
Blend dei migliori rum di tre territori caraibici con profumi di frutta tropicale, burro di arachidi e spezie dolci.

Proudly powered by WordPress