Tag: ricette cotto e mangiato

Ricetta Gattò Santa Chiara – La Cucina Italiana

  • 180 g farina 0 più un po’
  • 150 g patate lessate
  • 150 g mozzarella a dadini
  • 100 g prosciutto cotto a dadini
  • 70 g farina integrale
  • 50 g strutto più un po’
  • 20 g lievito di birra fresco
  • 6 g sale
  • 2 uova
  • miele
  • burro
  • pepe

Per la ricetta del gattò Santa Chiara, mescolate la farina integrale con
il lievito sbriciolato, un cucchiaio di miele, 50 g di acqua. Lasciate lievitare questo preimpasto (starter) per 30 minuti. Schiacciate le patate, mescolatele con
le uova, il sale, un po’ di pepe e lo starter. Mescolate la farina 0 con lo strutto,
il composto di patate, il prosciutto e la mozzarella, dopo averla asciugata tamponandola con carta da cucina. Versate tutto in uno stampo a cerniera (diametro 20 cm) unto con poco strutto e infarinato. Coprite e fate lievitare per altri 40 minuti. Cospargete la superficie con fiocchetti di burro, pepate e infornate il gattò a 170°C per 40 minuti circa. È buono anche il giorno dopo.

Chiacchiere senza glutine e frittelle senza glutine

Chiacchiere senza glutine e frittelle senza glutine

Una piccola guida per realizzare i dolci tipici del carnevale, senza rinunce ma rigorosamente gluten free. Ecco la ricetta delle chiacchiere senza glutine e delle frittelle senza glutine

A Carnevale ogni scherzo vale, vero, ma quando si parla di celiachia non si scherza. Per tutti, però, grandi e piccoli, i dolci della tradizione sono parte irrinunciabile del divertimento. A partire dalle frittelle alle chiacchiere senza glutine, prepararle è davvero facilissimo.

Frittelle senza glutine con farina di riso

La ricetta è quella classica delle frittelle, la farina è gluten free. Si impastano in una ciotola 150 g di farina di riso con 50 g di fecola di patate, 1 dl di latte, 2 uova, 100 g di zucchero, 1 bustina di lievito in polvere idoneo, un cucchiaio di rum (se non ci sono bambini) e un pizzico di sale. Quando l’impasto è omogeneo, lo si lascia riposare, coperto con una pellicola per alimenti, per un quarto d’ora. Quindi si preleva l’impasto a cucchiaiate e le si lasciano cadere in una padella con olio di oliva ben caldo: friggete l’impasto poco per volta, scolate le frittelle con un mestolo forato e passatele su carta assorbente a perdere l’unto in eccesso. Una spolverata di zucchero a velo e sono pronte da gustare, calde. A piacere, si può arricchire l’impasto con uvette precedentemente rinvenute nel rum.

Frittelle senza glutine

Frittelle di riso e di castagne

Alternativa tradizionale, sempre gluten free sono le frittelle di riso. Si fanno cuocere 100 g di riso in mezzo litro di latte fino a che il liquido non viene interamente assorbito; si uniscono una noce di burro, un cucchiaio di zucchero, 3 tuorli, una cucchiaiata di fecola, scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale; si mescola e infine si uniscono gli albumi delle uova montati in neve ben ferma. Si frigge l’impasto a cucchiaiate nell’olio caldo, sgocciolando le frittelle su carta assorbente.

Un classico del carnevale toscano sono le frittelle di castagne. Sono davvero semplicissime: si mescolano 250 g di farina di castagne con un bicchiere di latte (o di acqua), aggiungendolo a filo e mescolando per ottenere una pastella uniforme. Si sala leggermente e si aggiungono a piacere uvetta ammollata nel rum, aghi di rosmarino e pinoli. Anche in questo caso l’impasto va fatto cadere a cucchiaiate nell’olio ben caldo.

Chiacchiere senza glutine

Leggermente più impegnativa è la preparazione delle chiacchiere senza glutine, che richiedono qualche accorgimento in più. Si parte dall’impasto, fatto con  200 g di farina senza glutine (perfette le miscele per la pasta), disposta a fontana sulla spianatoia. Al centro vanno posti un uovo, 2 cucchiai di grappa, un cucchiaino di zucchero, la scorza di mezzo limone grattugiata e un pizzico di sale. A parte si fa intiepidire mezzo bicchiere di latte con una piccola noce di burro, in modo che si sciolga. Iniziate a impastare aggiungendo poco per volta il composto di latte e burro: dovrete utilizzarne quanto basta per ottenere un impasto sodo e non appiccicoso. La pasta andrà stesa in una sfoglia sottile: meglio usare la macchinetta apposita, ben infarinata. Infarinate generosamente (sempre con farina senza glutine ovviamente) anche il piano da lavoro e ritagliate la sfoglia con la rotella dentata in strisce larghe circa 2 centimetri. Le chiacchiere vanno fritte poche per volta, in abbondante olio ben caldo, girandole una sola volta. Sgocciolatele non appena saranno dorate e trasferitele su carta assorbente da cucina perché perdano l’unto in eccesso. Si dispongono infine nel piatto da portata e si servono cosparse di zucchero a velo.

Ricette della domenica: i biscotti

Ricette della domenica: i biscotti

Impara a cucinare online con La Cucina Italiana

Inizia subito a cucinare: prova gratis per 14 giorni, disdici quando vuoi.

  • Accedi a decine di corsi online, senza limiti
  • Segui nuove lezioni ogni settimana
  • Impara da chef professionisti, con spiegazioni pratiche in video e schede step-by-step
  • Divertiti in ogni momento: crea il tuo piano didattico, liberamente da ogni device

Edizione digitale inclusa
Abbonamento rivista annuale
(12 numeri) solo € 26,40

45%sconto

Ogni anno oltre 1.000 nuove ricette provate per voi nella cucina di redazione.
Spunti, idee e suggerimenti per divertirsi ai fornelli e preparare piatti di sicuro successo.
La Cucina Italiana, recentemente rinnovata nella veste grafica, propone anche rubriche
che vanno dalla scuola di cucina all’educazione alimentare dei più piccoli, dal turismo enogastronomico
alle nuove tendenze.

I vantaggi sono tantissimi, inclusa la possibilità di leggere la tua rivista su tablet!

Servizio clienti

Ti vuoi abbonare? Sei abbonato ma la copia non ti è arrivata? Hai cambiato indirizzo?
Per queste e altre domande il Servizio Abbonamenti è a tua disposizione:
E-mail: abbonati@condenast.it
Telefono: 199 133 199* dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 18.00.
Fax: 199 144 199
Vai al servizio clienti
Vuoi richiedere un arretrato, di un numero in edicola o di uno speciale?
Vai al servizio arretrati

* Il costo della chiamata per i telefoni fissi da tutta Italia è di 11,88 centesimi
di euro al minuto + iva senza scatto alla risposta. Per le chiamate da cellulare
i costi sono legati all’operatore utilizzato.

Proudly powered by WordPress