Tag: ricette cotto e mangiato

le nostre idee fresche, golose e leggere

le nostre idee fresche, golose e leggere

Quando fa molto caldo bisogna iniziare la giornata con un carico di energia. Fate sempre colazione!

Lo diciamo sempre, la colazione è il pasto più importante della giornata! Ma è anche il pasto più trascurato, specie d’estate… perché se di inverno ogni tanto ci sbizzarriamo con alternative tra biscotti, fette biscottate e torte fatte in casa, d’estate trovare idee per la colazione più fresche, leggere ma comunque soddisfacenti non è facile.

Colazioni estive: non solo caffè!

Se siete tra quelli che al mattino bevono solo un caffè prima di uscire di casa sappiate che state sbagliando tutto.
La colazione non è un pasto opzionale, ma è uno dei cinque pasti che bisogna necessariamente rispettare durante la giornata: al mattino è importante riattivare il metabolismo, reidratare il corpo e caricarsi di tutta l’energia necessaria per affrontare la giornata.
L’ideale sarebbe fare colazione entro 30 minuti dal risveglio e restando a tavola per almeno 10 minuti.
La colazione al bar non può essere la regola, ma solo un’eccezione.
Specialmente in estate, poi, è importante fare il pieno di alimenti sani e ricchi di vitamine e sali minerali per affrontare le alte temperature con più energia.

Puntate la sveglia un po’ prima

Vi sembra impossibile svegliavi 10 minuti prima per fare colazione con calma? È solo questione di abitudine e poi capirete quando è importante dedicare quel tempo in più al vostro benessere ogni giorno.
Se avete voglia di fare anche dell’attività fisica, questo è il momento adatto per allenarsi in casa o per uscire a fare una corsetta, ma in tal caso dovete avere il coraggio di puntare la sveglia ancora prima.
Ne vale la pena, ve lo assicuriamo!

Dolce o salato?

La colazione ideale è quella che vi fa stare bene e che vi piace di più, ma sempre nell’ambito di una scelta sana ed equilibrata. Potete variare ogni giorno alternando tra il dolce e il salato per regalarvi ogni mattina qualcosa di diverso. E se una mattina vi svegliate con la voglia di un toast, scaldate del pane di segale e accompagnatelo ad una fetta di salmone affumicato per una colazione nord europea. Se invece siete più per il dolce, versate dello yogurt alla frutta in una ciotola e decoratelo con granola, semini e frutta fresca. E poi ancora smoothies, centrifughe o frullati, non solo di frutta ma anche di verdura.

 

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema burro di mandorle

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema burro di mandorle

La crema burro di mandorle è una gustosa e più delicata alternativa al burro di arachidi.
E’ semplicissima da preparare ed è adatta a tutti. E’ adatta a tenere sotto controllo la glicemia, il colesterolo ed è inoltre ricca di calcio e magnesio.
E’ semplicissima da preparare, anche se necessita di un po’ di pazienza.

La consistenza della mia crema burro ha un aspetto compatto in quanto prima di fare lo scatto, l’ho tenuta in frigorifero, ma una volta a temperatura ambiente, diventa più cremosa

Ingredienti

200 g di mandorle non tostate ( io le ho utilizzate senza buccia, ma vanno bene anche con)

Preparazione


Portare il forno a 100°C.Nel frattempo foderare una teglia con carta forno e disporre le mandorle in un unico strato, senza sovrapporle.
Infornare per una decina di minuti.
Una volta calde, versare le mandorle nel mixer e azionarlo fino ad ottenere una crema, circa 20-25 minuti. 
All’inizio si formerà una farina sottile, poi un composto compatto e alla fine una crema omogenea.
Di tanto in tanto con un cucchiaio, spegnere il mixer (anche per raffreddare il motore dello stesso) pulire le pareti della ciotola dal composto e portarlo al centro.
Una volta formato il burro di mandorle, versarlo in un barattolo di vetro e conservarlo in frigorifero.

Ricetta Torta gelata ai lamponi

Ricetta Torta gelata ai lamponi
  • 800 g lamponi
  • 550 g panna fresca
  • 460 g latte condensato
  • 2 g gelatina alimentare in fogli
  • savoiardi morbidi

Per la ricetta della torta gelata ai lamponi, Mettete la gelatina a bagno in acqua fredda. Scaldate 50 g di panna senza farla bollire e scioglietevi la gelatina strizzata. Lasciate intiepidire. Frullate 500 g di lamponi e passateli al setaccio per eliminare i semi. Montate 500 g di panna in modo che non risulti troppo soda. Mescolate il composto di panna e gelatina con una piccola parte di passato di lamponi, quindi riunitelo al resto del passato; aggiungete il latte condensato e, per ultima, la panna montata. Coprite il fondo di una tortiera a cerniera (diam 22 h 6 cm) on i savoiardi, tagliandoli in misura per riempire tutti gli spazi. Versatevi sopra il composto, fino al bordo, e livellatelo con una spatola. Ponete a riposare in freezer per almeno 5 ore. Servite la torta decorando con i lamponi rimasti e altra frutta a piacere.

Proudly powered by WordPress