Tag: ricette cotto e mangiato

Il caffè del nonno, ovvero la crema fredda al caffè

Il caffè del nonno, ovvero la crema fredda al caffè

Il caffè d’estate si fa freddo. Anzi no: si fa dessert! Ecco la ricetta, e le diverse varianti, per fare in casa il caffè del nonno

Estate e spossatezza vanno a braccetto. E così, oltre a prendere integratori di vario genere, spesso si bevono più tazzine di caffè. Ma il caffè è bollente e quindi, non di rado, si scelgono alternative fredde. Ce ne sono tante. La più semplice è il caffè freddo. E poi c’è questa: la crema fredda al caffè conosciuta anche come caffè del nonno.

Così capita che, nella stagione calda, lo si prende spesso al bar al posto del solito caffè. Ma la crema fredda al caffè è facile da preparare anche in casa. Se si hanno amici a cena, servirla a fine pasto susciterà stupore e gioia. Sì, perché il caffè del nonno è qualcosa di più di un semplice caffè freddo. È un dessert.

Caffe del nonno @Instagram (https://www.instagram.com/p/BVRG-a9FTBJ/).
Caffe del nonno @Instagram (https://www.instagram.com/p/BVRG-a9FTBJ/).

La ricetta del caffè del nonno

Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: 20 minuti più 1 ora di riposo in freezer

Ingredienti per 6 persone

70 ml di caffè
4 cucchiaini di zucchero
300 ml di panna per dolci

Procedimento

Preparare il caffè con la moka o con la macchinetta a cialde. Versarlo in una ciotola e lasciarlo raffreddare (si può mettere in frigorifero per accelerare i tempi). Intanto, in un’altra ciotola, montare la panna dopo aver aggiunto lo zucchero. Quando la panna inizierà a raggiungere la consistenza desiderata versare a filo tutto il caffè continuando a montare ancora per un po’, fino a ottenere una crema liscia e densa. Mettere il composto in freezer per 1 ora. Trascorso questo tempo, prendere la crema al caffè e con una spatola mescolare bene, ma con delicatezza, soprattutto lungo i bordi. Infine prendere 6 bicchierini e con un cucchiaio riempirli di caffè del nonno e servire a tavola, in base alla consistenza, con una cannuccia o un cucchiaino.

Varianti

Si può arricchire la crema aggiungendo altri ingredienti, come per esempio la Nutella o un liquore al caffè. E poi c’è la variante per bambini.

Variante Nutella
Una volta versato il caffè nella ciotola per farlo raffreddare, aggiungere 2 cucchiaini di Nutella e mescolare finché non si sarà sciolta. Poi lasciare raffreddare. Per il resto procedere come descritto sopra.

Variante con liquore al caffè
Si può aggiungere al caffè da mettere a raffreddare in frigorifero 2 cucchiai di liquore al caffè oppure, se si preferisce, di crema al whisky. Per il resto seguire la ricetta.

Variante per bambini (e non solo)
Si è detto che il caffè del nonno è (anche) un dessert, giusto? E allora, come ogni dolce (buono) che si rispetti, non potrà che piacere anche ai bambini. Quindi, fermi restando tutti i passaggi della ricetta base (magari nella variante con Nutella), per farne un golosità per i più piccoli (o per coloro che hanno problemi con la caffeina) basterà utilizzare il caffè decaffeinato. E il gioco è fatto.

Come presentare a tavola il caffè del nonno

È cosa nota che, prima ancora del gusto, è con l’olfatto e la vista che si “assapora” un cibo. E quindi va da sé che presentare bene un piatto è molto importante. Ecco allora qualche suggerimento.
Una volta riempiti i bicchierini di caffè del nonno, decorare con un chicco di caffè la sommità della crema, oppure con un poco di panna montata o un biscottino. Se si preferisce, si può passare una spolverata di cacao amaro. Molto golosa e di grande effetto visivo anche l’idea di stendere un po’ di Nutella sui bordi dei bicchierini. Insomma: basta un pizzico di fantasia per stupire i commensali.

Conservazione

Di solito non ne avanza mai perché gli ospiti chiedono il bis o il tris o.
Esageratamente buona e irresistibile, questa crema fredda al caffè viene spazzolata in men che non si dica! Ma qualora dovesse accadere che ne resti un po’, il consiglio è quello di mettere il caffè del nonno nel congelatore. Oppure in frigorifero, ma in questo caso deve essere consumato al massimo entro 4 giorni.

Caffe del nonno @Instagram (https://www.instagram.com/p/49jGityiGt/).
Caffe del nonno @Instagram (https://www.instagram.com/p/49jGityiGt/).

insalata di melanzane e zucchine arrostite

insalata di melanzane e zucchine arrostite

Basta poco per creare un piatto sano e pieno di gusto. Nel caso dell’insalata di melanzane e zucchine arrostite, anche poco calorico!

Melanzane e zucchine arrostite sono le verdure perfette per preparare un’insalata invitante e poco calorica, che si abbina benissimo con un piatto di pesce al forno o un filetto di carne alla piastra, per un pranzo light ma che non rinuncia al gusto! Un trito di erbe aromatiche darà poi quel tocco in più che vi farà amare questa insalata definitivamente.

Le melanzane più adatte per l’insalata

Le melanzane non sono tutte uguali, alcune hanno un gusto più deciso, altre meno. La qualità più idonea per questa ricetta è la tonda lilla, dalla consistenza soda e morbida e dal sapore delicato. Anche la tonda violetta, più piccola della lilla, ha un gusto neutro e una consistenza perfetta per essere cotta alla griglia o al forno. Entrambe queste varietà non necessitano di essere messe sotto sale a perdere l’acqua, e questo velocizza un pochino i tempi di esecuzione della ricetta.

insalata-verdure-grigliate

Frutta secca e semi per arricchire

Cosa aggiungere di meglio che frutta secca e semi per dare un tocco in più a questa insalata (già buonissima) e un pieno di grassi omega 3, antiossidanti e protettori del sistema cardiocircolatorio? Scegliete tra noci, nocciole e mandorle e tra i semi, benissimo quelli di lino, di chia e di canapa, da aggiungere prima di condire l’insalata, a crudo. In un unico piatto vitamine, grassi buoni e poche calorie. Cosa chiedere di più?

La ricetta dell’insalata di melanzane e zucchine arrostite

Ingredienti

1 melanzana tonda lilla, 600 g pomodori merinda, 1 costa di sedano, 500 g zucchine, 1 mazzetto erbe aromatiche, olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di uvetta sultanina, sale, pepe.

Procedimento

Sciacquate e tagliate a pezzetti la melanzana, le zucchine e i pomodori. Mondate e riducete a tocchetti anche il sedano. Sistemate melanzane, sedano e zucchine in una teglia foderata da carta da forno, salate, aggiungete un filo di olio e cuocete nel forno già caldo a 180° per 25 minuti. Mettete l’uvetta sultanina in una ciotola con un poco di acqua. Quando le verdure saranno pronte togliete dal forno e lasciatele intiepidire. Prendete ora i pomodori, uniteli alle altre verdure, aggiungete l’uvetta strizzata, un poco di olio, le erbe aromatiche, mescolate bene e servite la vostra insalata.

Nel tutorial qualche consiglio in più per un piatto perfetto

Gelato fatto in casa senza gelatiera in 3 minuti

Gelato fatto in casa senza gelatiera in 3 minuti

Gelato fatto in casa senza gelatiera? Facilissimo, il segreto sta in un solo ingrediente che vi permetterà di preparare il gelato in pochi minuti. Provate la ricetta di Emanuele Frigerio, pasticcere di La Scuola de La Cucina Italiana

Come si fa a preparare il gelato fatto in casa senza gelatiera nel modo più semplice e veloce possibile? L’unica cosa da fare è avere sempre qualche banana congelata nel freezer!

Quella del banana ice cream è una tecnica facilissima, che permette di ottenere una squisita crema gelata a base di banana. La banana, infatti, contiene pochissima acqua e maggiore pectina, una sostanza che permette di “gelatificare”. Con una banana ghiacciata, anche un po’ vecchia, possiamo preparare un gelato fatto in casa davvero cremoso semplicemente con l’uso di un mixer.

Si tratta di un procedimento ideale per preparare una merenda veloce e sana, ma soprattutto per riciclare la frutta avanzata o quella troppo matura. Seguite qui sotto la ricetta del gelato senza gelatiera del nostro pasticcere Emanuele Frigerio e non perdete i consigli per modificarla a seconda del vostro gusto!

La ricetta del gelato senza gelatiera di Emanuele Frigerio

La ricetta di Emanuele Frigerio per fare il gelato a casa non prevede lo zucchero per dolcificare, ma i datteri. La base di banana viene arricchita con il gusto di altra frutta, in questo caso le fragole!

Ingredienti

80 g Banana (circa mezza)
50 g Fragole (circa 3)
50 ml Latte
3 Datteri

Procedimento

Congelare la banana e le fragole per qualche ora nel freezer. Tagliate la frutta a pezzettini e frullatela insieme ai datteri e al latte, utilizzando un mixer a piccoli impulsi. Il gelato è pronto per essere gustato!

Gelato fatto in casa a base di banana: le possibilità

La ricetta del gelato fatto in casa si può modificare in base agli ingredienti che si hanno a disposizione o a seconda dei propri gusti. Innanzitutto, per rendere il gelato dolce si può utilizzare lo zucchero o il miele.

Alla base di banana congelata si possono aggiungere anche altri tipi di frutta, come i mirtilli e i lamponi, ma anche burro di arachidi, caramello o addirittura pezzettini di avocado per colorare il gelato di verde. Potete preparare anche il gelato al caffè, semplicemente sostituendo il latte con il caffè freddo.

gelato fatto in casa

E per quelli che proprio non possono resistere al richiamo del gelato al cioccolato? Ecco alcune possibilità: potete aggiungere al gelato alla banana le gocce di cioccolato, oppure unire agli ingredienti della ricetta il cacaoma in questo caso dovrete aggiungere più liquido, circa 5 grammi di latte per ogni grammo di cacao.

Un trucco per migliorare la consistenza del gelato? Congelate anche il latte a cubetti prima di frullare!

Proudly powered by WordPress