Tag: ricette cotto e mangiato

Baccalà fritto con salsa alla senape

Baccalà fritto con salsa alla senape

La cucina italiana lo vede protagonista di numerosi piatti: alla vicentina, alla livornese, al forno, con le olive, oppure mantecato alla veneziana. Ma la ricetta che lo vuole Re indiscusso in tutta Italia di pranzi natalizi e cenoni di Capodanno è il baccalà fritto. Lo hai mai provato?

Baccalà fritto: come cucinarlo al meglio

Un piatto della tradizione romana, particolarmente amato durante le festività natalizie, che conquista per la sua bontà e semplicità di preparazione. Bastano infatti pochi e facili passaggi e una manciata di minuti per portare a tavola questo goloso secondo. Ma per cucinarlo senza intoppi, è importante seguire questi consigli: scegliete solo pesce freschissimo e di qualità, lasciate il baccalà in ammollo in acqua alcune ore per dissalarlo parzialmente e al momento di friggere, versatelo in padella solo a olio ben caldo, avendo cura di girare ogni cubetto per ottenere una doratura omogenea.

Quale contorno per il baccalà fritto?

Perfetta per accompagnare questo piatto è una fresca insalata di lattuga e pomodorini, a piacere guarnita con olive, cipolle e mais. Anche le patate si sposano bene con il baccalà fritto, al forno e con poco condimento saranno perfette.
Ma quel tocco in più arriva dalla salsa di accompagnamento, provate a servirlo con una salsa alla senape. Irresistibile!

E ora scopriamo come portare in tavola il Baccalà fritto con salsa alla senape.

Persone: 2
Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti

400 g pangrattato
250 g baccalà
100 g farina
3 uova
50 g senape
1 l olio di semi
sale qb

Procedimento

Pulire il baccalà e tagliarlo a cubetti.
Sbattere le uova in una ciotola.
Passare ogni cubetto di baccalà prima nella farina, poi – aiutandosi con una forchetta – nelle uova e infine nel pangrattato.
Scaldare in una padella l’olio di semi a 180° e friggere i cubetti di baccalà fino a doratura.
Aggiungere un pizzico di sale, impiattare e servire accompagnando con la salsa alla senape.

» Brioche al cardamomo – Ricetta Brioche al cardamomo di Misya

Brioche al cardamomo

In un pentolino mettete il latte, l’essenza di vaniglia, il burro e fate sciogliere sul fuoco.
1 sciogliere burro e latte

In un’ampia ciotola mescolate la farina e lo zucchero ed aggiungete poi il lievito sbriciolato.
Dopo aver rigirato aggiungete il latte con il burro e lavorate l’impasto.
2 farina e lievito

Mettete ora l’uovo e amalgamate il tutto con un cucchiaio.
Lavorate successivamente l’impasto fon quando non avrà una consistenza liscia.
Se necessario aggiungete un po’ di farina.
3 aggiungere uova e impastare

Ricoprite con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per 1 ora o fin quando non raddoppierà di dimensione.
Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e stendetelo, in forma rettangolare, fino a 25 x 45 cm.
5 stendere impasto

In una ciotolina unite lo zucchero con il burro.
Aggiungete poi il cardamomo e la cannella e amalgamate.
4 burro zucchero cardamomo

Stendete il ripieno su tutto il rettangolo.
Piegate un lato di quest’ultimo su a metà e fate lo stesso con l’altro lato, sovrapponendolo.
6 distribuire ripieno

Tagliate prima a metà e poi dividete in tante strisce spesse circa 2 cm.
Tagliate ogni striscia nel centro, lasciando il bordo unito.
Create quindi, con ognuna, dei torciglioni.
7 piegare impasto

Formate ora le brioche prendendo le estremità di ogni torciglione, rigiratele nel lato opposto e chiudete con un nodo.
8 attorcigliare

Trasferite le brioche su una leccarda rivestita di carta forno, ricoprite con un canovaccio pulito e fate lievitare da 30 a 60 minuti.
9 dare forma

Mettete i panini su una teglia ricoperta di carta da forno, coprite con un panno pulito, e lasciate lievitare da 30 min a 1 h.
Cuocete quindi a 220 °C per 10 minuti.
10 cuocere briochine

Le vostre brioche al cardamomo sono pronte per essere gustate.
Brioche al cardamomo
Brioche-al-cardamomo

TAGS: Ricetta Brioche al cardamomo | Come preparare Brioche al cardamomo | Brioche al cardamomo ricetta 

Ricetta Il gran bollito misto di Mariuccia

Ricetta Il gran bollito misto di Mariuccia
  • 1 Kg gallina
  • 800 g coda di vitellone
  • 600 g scaramella
  • 600 g muscolo gelatinoso di spalla
  • 600 g brutto e buono della punta
  • 600 g carne trita di reale
  • 600 g lingua di vitellone
  • 600 g testina di vitello con il musetto
  • 2 piccoli cotechini
  • 4 cipolle
  • 3 carote
  • 3 porri
  • 1 albume
  • sedano
  • rosmarino alloro
  • prezzemolo
  • aglio
  • sale grosso
  • chiodi di garofano
  • pepe nero in grani

Per la ricetta del gran bollito misto di Mariuccia, preparate tutti i pezzi di carne, legandoli con lo spago da cucina perché mantengano la forma in cottura e profumandoli con rametti di erbe aromatiche. Lessate in acqua con una foglia di alloro, ognuno in una pentola diversa, la lingua per 2 ore, i cotechini per circa 1 ora e 15’. Lessate a parte anche la testina, per circa 2 ore, profumando l’acqua con 1 gambo di sedano, 1 carota, 1 cipolla “chiodata” con qualche chiodo di garofano, pepe nero in grani e 1 foglia di alloro. Preparate il “cappello” per il brodo: tritate molto finemente 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla e 1 porro, insieme a un ciuffetto di prezzemolo, gli aghi di 1 rametto di rosmarino, 1 foglia di alloro e 1 spicchio di aglio.

Mescolate tutto in una ciotola, insieme con la carne trita e l’albume. Tagliate a metà una cipolla e appoggiatela di taglio su una padella calda; cuocetela finché la superficie non sarà abbrustolita: darà un sapore particolare al brodo. Riempite una casseruola molto capiente con acqua fredda, unite una manciata di sale grosso, 1 cipolla sbucciata e steccata con qualche chiodo di garofano, la cipolla abbrustolita, 1 carota e 2 porri sbucciati,  riportate a bollore e cuocete per circa 2 ore, controllando la cottura di quando in quando. Se vedete che qualche pezzo è cotto prima di altri, scolatelo e tenetelo in caldo, da parte.

Eliminate il cappello e scolate la carne, quindi filtrate il brodo e conservatelo. Servite i pezzi di carne insieme con il cotechino, lingua e testina, parzialmente affettati, con 2 mestoli di brodo bollente. Accompagnate il bollito con piccole patate lessate, funghi trifolati, spinaci al burro, cipolle rosse cotte nel sale, giardiniera di verdure, bagnetto verde, bagnetto rosso e sale grosso.

Proudly powered by WordPress