Tag: Ricette

Anna in Casa: ricette e non solo: Nachos fatti in casa

Anna in Casa: ricette e non solo: Nachos fatti in casa

ūĚÖ†ūĚÖ†ūĚÖĘ Si potrebbe andare tutti a fare aperitivo…
Vengo anch’io
no tu no

Ma perchè?

Perch√® non si pu√≤ ūĚÖ†ūĚÖ†ūĚÖĘ

Ecco appunto non si pu√≤ e allora per rispettare le regole ma godersi comunque un aperitivo sfizioso, provate la mia ricetta dei nachos e…brindate anche voi ad un futuro di libert√†…

Ingredienti per circa 40 nachos

130 gr di farina di mais
10 gr di farina per polenta taragna precotta
80 gr di  farina di fumetto di mais
80 ml circa di acqua tiepida
3 cucchiai di olio extravergine di oliva + quello per spennellare prima della cottura
7 gr di sale
1 cucchiaino di paprika dolce

Qualche consiglio

– La farina per polenta taragna precotta non √® obbligatoria , io l’ho aggiunta per avere i puntini ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† scuri nei nachos ūüėÄ

– Per l’mpasto potete sostituire la farina di fumetto di mais con farina 00 (io ho preferito il fumetto per evitare il glutine)

_ Negli ingredienti metto la quantit√† di acqua ma fate attenzione ad aggiungerla poca per volta in modo da controllare la consistenza dell’impasto, che deve risultare compatto

– Quando stendete l’impasto, fatelo con porzioni piccole, risulter√† pi√Ļ facile e riuscirete ad avere una sfoglia sottile (pi√Ļ sottili sono i nachos, pi√Ļ croccanti saranno una volta cotti)

– Stendete l’impasto fra due fogli di carta forno, ma sostituitela quando sar√† troppo umida.

– Una volta cotti, se tenuti lontano dall’umidit√† e se non spariscono subito, li potete conservare per 6-8 giorni.

– Ultimo, ma non meno importante, non raddoppiate le dosi ma preparate due volte l’impasto, vi render√† la lavorazione degli ingredienti pi√Ļ facile

In questa ricetta io ho aggiunto sale e un po’ di paprika (in realt√† ne ho messa troppo poca e non si sente per niente), ma potete aggiungere a vostro gusto peperoncino, pepe, curcuma…

Procedimento

In una ciotola mettere tutti gli ingredienti tranne l’acqua.

Mescolare appena con un cucchiaio e 

poca alla volta aggiungere l’acqua,¬†

amalgamare bene gli ingredienti, 

fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto.

Avvolgere il panetto in un foglio di pellicola trasparente 

e mettere a riposare per una mezz’ora.

Scaldare il forno a 180¬į.

Tagliare una parte del panetto, 

stendere l’impasto fra due fogli di carta forno,¬†

fino ad ottenere una sfoglia di 2-3 mm di spessore.

Con un coppapasta o un bicchiere, tagliare i dischetti e

stenderli sulla teglia foderata con carta forno.

Spennellare la superficie con un velo di olio e 

infornare per 13-15 minuti o

fino a quando risulteranno croccanti.

Con una infornata ho provato a girarli

 metà cottura e infornarli nuovamente.

Una volta tolti dal forno farli raffreddare completamente prima di conservarli in un sacchetto o una scatola ermetica.

Anna in Casa: ricette e non solo: Burro montato

Anna in Casa: ricette e non solo: Burro montato
Anni fa, ancora il blog non era nella mia mente, avevo letto o visto da qualche parte la ricetta del burro montato. Ricordo che subito l’avevo preparato e utilizzato per arricchire di gusto ma allo stesso tempo rendere pi√Ļ leggero¬† un semplice piatto di pasta in bianco, mantecare il risotto o da spalmare su pane e tartine. Con il passare del tempo poi avevo rimosso questa chicca di cucina, questo almeno fino a due o tre settimane fa quando Sergio Barzetti¬†un cuoco di “E’ sempre mezzogiorno” ne ha parlato.

Da allora nel mio frigo non manca pi√Ļ e addirittura ne ho preparato due scatolini, uno con semplice acqua e uno aromatizzato allo champagne.¬†¬†

Ingredienti

200 g di burro a temperatura ambiente di ottima qualità

80 ml di champagne o vino bianco o acqua gassata

Рla quantità di acqua può variare:

¬† 200 g di burro e 50 ml di acqua per un burro pi√Ļ corposo

¬† fino a 200 g di burro e 80/100 ml di acqua per un burro pi√Ļ leggero

Procedimento

 

In una ciotola mettere il burro e

 

 cominciare a montarlo con la frusta a mano 

 

 

o elettrica fino a renderlo cremoso.

A poco a poco unire l’acqua gassata¬†

o lo champagne e continuare a lavorare 

 

fino a quando si otterrà una crema vellutata e spumosa.

Una volta ottenuto la crema di burro conservarla in una scatola ermetica

e porla in frigorifero.

Anna in Casa: ricette e non solo: Migliaccio di mia suocera

Anna in Casa: ricette e non solo: Migliaccio di mia suocera

Arrivo tardi, anzi tardissimo, è vero, ma ho la giustifica della mamma.

Scherzi a parte, solo l’altro giorno ho trovato tra i ritagli sparsi che mia suocera aveva conservato, la ricetta di questo dolce. Era tantissimo tempo che volevo prepararlo e ho salvato tantissime ricette sui social, ma poi ho deciso di seguire proprio la ricetta che lei aveva conservato.¬†

Ingredienti

180 g di semolino

600 ml di latte

300 ml di acqua

4 uova

250 g di zucchero semolato

250 g di ricotta

1 cucchiaino di pasta di arancia 

   o scorza grattugiata di una arancia

50 g di burro

1 pizzico di sale

Procedimento

In una pentola versare il latte con l’acqua,

unire la pasta di arance,

1 cucchiaino di aroma vaniglia, 

il burro e

il sale.

Mettere la pentola sulla fiamma e 

portare a bollore mescolando di tanto in tanto.

A bollore raggiunto, 

a pioggia unire il semolino e iniziare 

a mescolare prima con una frusta e poi

con il cucchiaio fino

ad ottenere una polenta un po’ pi√Ļ lenta,

ci vorranno circa 4 minuti.

Togliere la pentola dalla fiamma e mettere 

la polentina di semolino da parte ad intiepidire.

Nel frattempo in una ciotola (io ho utilizzato quella 

dove avevo pesato acqua e latte) rompere le uova.

Mescolare con la frusta elettrica o a mano.

Aggiungere 1 cucchiaino di aroma vaniglia e

lo zucchero, mescolare fino a completo assorbimento.

Unire la ricotta e mescolare ancora, ad ottenere una cremina molle.

A questo punto unire poco alla volta il semolino 

e mescolare fino arrivare ad ottenere un 

composto cremoso.

Versare il composto nella tortiera e infornare

per circa 60 minuti.

A cottura terminata, lasciare il dolce in forno per una decina di minuti ancora con lo sportello leggermente aperto.

Togliere il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare completamente prima di servirlo decorato con zucchero a velo.

Proudly powered by WordPress