Tag: ricetta

Ricetta Torta di tagliatelle ai gamberi

Ricetta Torta di tagliatelle ai gamberi
  • 14 pz gamberi
  • 350 g tagliatelle
  • 325 g farina
  • 300 g broccoli a cimette
  • 175 g burro salato
  • 50 g panna fresca
  • 1 pz scalogno
  • Parmigiano Reggiano Dop
  • timo
  • vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per la ricetta della torta di tagliatelle, impastate 300 g di farina con 150 g di burro salato, 80 g di acqua, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale e pepe. Avvolgete nella pellicola il panetto di pasta brisée ottenuto e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti. Pulite i gamberi, separate le teste e sgusciate le code. Rosolate in una casseruola lo scalogno a pezzetti e qualche rametto di timo con 3 cucchiai di olio. Unitevi le teste e i gusci dei gamberi e tostateli vivacemente per 3-4 minuti.
Sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco, quindi aggiungete 600 g di acqua. Abbassate il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate sobbollire per 20 minuti, schiacciando ogni tanto i gusci con un cucchiaio. Filtrate tutto attraverso un setaccio, schiacciando bene le teste. Recuperate 500 g di brodo, raccoglietelo in una casseruola, portate a bollore e unite la panna, quindi 25 g di burro impastato con 25 g di farina. Alla ripresa del bollore, spegnete il fuoco, poi salate e pepate la salsa. Lessate i broccoli in acqua bollente per 8-10 minuti, tenendo da parte qualche cimetta.
Cuocete le tagliatelle in acqua bollente salata, scolatele al dente e saltatele in una padella con un filo di olio, i broccoli e la salsa di gamberi. Aggiungete 6 code tagliate a pezzetti. Stendete la pasta brisée a 3 mm di spessore e con essa foderate uno stampo a cerniera (ø 23 cm) lasciandola debordare.
Riempitelo con le tagliatelle, disponendole in modo omogeneo, e completate con 8 code di gambero intere e le cimette di broccolo tenute da parte, quindi rifilate la pasta lungo il bordo. Coprite la torta con un foglio di carta da forno bagnata e infornatela a 190 °C per 40 minuti. Togliete la carta e cuocete per altri 15 minuti.

» Pudding di pane – Ricetta Pudding di pane di Misya

Misya.info

Innanzitutto tagliate il pane a fette e lasciatelo da parte.

Montate le uova con lo zucchero, quindi unite anche latte, panna, vaniglia e cannella.

Passate le fette di pane, una per volta, nel composto di uova, quindi mettetele in una teglia imburrata, sovrapponendole leggermente tra loro.
Cospargete la superficie con i mirtilli secchi, quindi versate il composto rimanente sopra le fette di pane.

Cuocete per circa 45 minuti in fonro ventilato preriscaldato a 180°C.
Potete verificare la cottura con la prova dello stecchino, come per qualsiasi altro dolce: se lo stuzzicadenti esce asciutto, il dolce è pronto.

Servite il pudding di pane caldo, tiepido o anche freddo, da solo, accompagnato con del gelato, con della panna, con un topping al caramello… insomma, come preferite!

» Baita di savoiardi – Ricetta Baita di savoiardi di Misya

Misya.info

Innanzitutto preparate la ghiaccia reale: versate gli albumi in una ciotola, unite qualche goccia di limone e iniziate a montare con le fruste.
Quando gli albumi inizieranno a montare, iniziate ad aggiungere lo zucchero poco per volta, continuando a lavorare fino ad ottenere una glassa liscia e compatta.

Trasferite la ghiaccia in una sac-à-poche.
Create le parti anteriore e posteriore della casa, unendo tra loro 8 savoiardi mettendo la ghiaccia sul lato largo e impilandoli.

Analogamente, preparate le due pareti laterali, impilando però solo 5 savoiardi invece di 8.
Passate poi al tetto: in questo caso, dovete unire 6 savoiardi, ma unendoli con la ghiaccia dal lato più stretto, in verticale (guardando la foto risulta più chiaro).

Quando tutti i pezzi saranno pronti, lasciate asciugare per una notte.

Sagomate la parte anteriore della casa: con un coltello a seghetto, tagliate in diagonale i 3 savoiardi in cima, in modo da creare la forma per il tetto.
Ricavate quindi un’apertura centrale, che sarà la porticina della baita, ritagliando i 4 savoiardi in basso.

Così come avete fatto per la facciata anteriore, ritagliate in diagonale anche la parte posteriore (in questo caso ovviamente non serve la porta).
Conservate le parti tagliate: dopo ne userete un po’ per creare il comignolo della baita.

Quando avrete pronti tutti i pezzi procedete all’assemblaggio.

Poggiate la parte posteriore della casa sul piano di lavoro, mettete un po’ di ghiaccia alle estremità laterali, fermandovi al tetto.
Fate lo stesso con la facciata anteriore.
Unite quindi le due facciate aggiungendo i 2 pezzi più piccoli (da 5 savoiardi) che avete costruito come pareti laterali.

La vostra baita inizia a prendere forma, ma per ora sembra ancora una casetta diroccata: è il momento di aggiungere il tetto.
Mettete un po’ di ghiaccia sui lati tagliati in diagonale delle facciate anteriore e posteriore e poggiateci su i due lati del tetto (quelli con i 6 savoiardi messi in verticale invece che di piatto).
Usate altra ghiaccia per unire i due lati del tetto, in cima alla casa.
Infine recuperate un pezzetto dei savoiardi tagliati in diagonale e usatelo per creare il comignolo, attaccandolo al tetto sempre con la ghiaccia.

Non vi manca che il tocco finale: decorate la facciata anteriore con l’anice stellato (attaccatelo in cima al tetto con un po’ di ghiaccia reale) e spolverizzate il tutto con un po’ di zucchero a velo.
Fate riposare per altre 2 ore, in modo che la ghiaccia solidifichi, quindi portate la baita di savoiardi in tavola e stupite tutti i vostri ospiti!

Proudly powered by WordPress