Tag: ingredienti

gli ingredienti che servono per l’insalata di pasta

gli ingredienti che servono per l'insalata di pasta

Un piatto unico perfetto per l’estate, ma abbiate cura che nella preparazione ci sia tutto: carboidrati, proteine animali o vegetali, grassi e spezie

Esistono diverse scuole di pensiero tra i nutrizionisti di tutto il mondo. C’è chi dice che bisogna separare i carboidrati dalle proteine, chi concede una porzione di pasta al giorno e solo a pranzo e chi invece si batte per il primato delle proteine su tutti gli altri nutrienti.
Per mettere tutti d’accordo, abbiamo deciso che questa estate faremo il pieno di piatti unici, un po’ perché nessuno ha voglia di cucinare più di una portata, un po’ perché abbiamo bisogno di energia per affrontare il caldo che ci aspetta nelle prossime settimane.
Ma come deve essere strutturato un piatto unico per essere equilibrato e perfetto per la nostra dieta? Gli elementi che non devono mancare sono i carboidrati, le proteine animali o vegetali, i grassi e le spezie.


Insalata di pasta: le giuste proporzioni

La proporzione degli ingredienti è fondamentale e quindi: 1/4 del piatto deve essere composto da riso o pasta integrale, 1/4 da pesce azzurro, carne magra o legumi, 1/2 da verdure cotte o crude. Si possono mangiare due piatti unici al giorno uno a pranzo e uno a cena, ma attenzione, non devono essere identici: per esempio a cena si possono scegliere i legumi o il pesce e a pranzo la carne.
Come sempre l’importante è variare!

I grassi che fanno bene alla salute

Nel piatto unico ci deve essere anche la giusta quantità di grassi che sono fondamentali per la salute. Tra i grassi possiamo scegliere quelli detti buoni, ovvero gli Omega 3 contenuti nella frutta secca e nel pesce, ma anche i monoinsaturi che si trovano soprattutto nell’olio extravergine d’oliva.
E per dare un tocco di sapore in più al piatto senza aggiungere calorie, basta utilizzare erbe aromatiche e spezie in quantità, che aiutano anche a digerire meglio e stimolano il metabolismo.

Ecco ora cinque ricette per preparare deliziose insalate di pasta

10 ingredienti che è meglio togliere dalla lista della spesa

10 ingredienti che è meglio togliere dalla lista della spesa

Drenare, disinfiammare e ritrovare il giusto equilibrio. Ecco le regole del detox a partire dagli alimenti che non dobbiamo assumere se vogliamo depurarci

Il mese di gennaio non è solo il periodo in cui versiamo lacrime di coccodrillo sugli eccessi delle feste. È anche un momento prezioso per dare nuova vita ai nostri progetti, riflettere su quello che ci circonda e dedicarci a cose che rimandavamo da un po’. Come la cura del nostro corpo. I programmi detox ci vengono incontro proprio perché consentono di depurare l’organismo, ridurre l’infiammazione dei tessuti, eliminare i liquidi in eccesso e ritrovare la perduta armonia.

I nostri alleati

Prima di parlare di quello che non dobbiamo mangiare, proviamo a ragionare positivamente. Ovvero quali sono gli alimenti che ci consentiranno di depurarci? L’inverno sembra la stagione ideale per un programma detox poiché ci offre tantissimi ingredienti  semplici da reperire. Come arance, limoni, pompelmi, mele, melograno, barbabietole, carciofi e finocchi. Ma potremo chiedere un prezioso aiuto anche a cibi meno stagionali come mirtilli, semi di lino, cereali integrali, alghe marine, curcuma e ananas.
E se questi sono gli alimenti che favoriranno maggiormente la nostra depurazione, dobbiamo considerare come ancora più importante l’aiuto dato dal bere acqua in abbondanza (almeno 1,5 litri al giorno) abbinata all’assunzione di cibi ricchi di fibre.

L’importanza dei liquidi

Idratare l’organismo è un passaggio fondamentale del nostro percorso detox che deve partire sin dal risveglio con un bicchiere d’acqua tiepida con del succo di limone. Per ridurre ulteriormente il gonfiore, si consiglia di aggiungere anche lo zenzero a questa semplice bevanda che oltre a depurarci, saprà attivare il nostro metabolismo. Durante la giornata, continueremo la nostra idratazione con acque aromatizzate, centrifughe, estratti e spremute. Il tutto sempre evitando di aggiungere zuccheri, dolcificanti o miele e tenendo conto delle dosi di saccarosio naturalmente contenuto nella frutta.

I nemici del detox

Ed eccoci ora agli alimenti no. Ovvero a quel gruppo di cibi che in un modo o nell’altro contrastano l’azione positiva del nostro programma di disintossicazione annullando i progressi fatti. Nella gallery qui sotto, i 10 alimenti a cui dire no per depurare il nostro organismo:

Sfoglia la gallery

10 dessert con tre ingredienti. Uno è la banana

10 dessert con tre ingredienti. Uno è la banana

Banana + altri due ingredienti: il dessert è pronto! Per grandi e piccini e per chi vuole preparare un dolce buono, ma semplice e veloce da fare

Quanti dolci si possono fare con una banana e altri due ingredienti? Noi ve ne suggeriamo almeno 10.

Solo tre ingredienti per preparare un dessert 

Il primo della lista è la banana, un frutto talmente buono, cremoso e dolce che facilmente si presta alla preparazione di ricette golosissime e anche molto veloci. Basta aggiungere del miele o del burro di arachidi oppure del cioccolato e il gioco è fatto. E poi non devono mancare creatività e fantasia. Ma se proprio non avete tempo per pensare, seguite semplicemente i nostri consigli!

Dessert al cucchiaio 

La banana è buona anche solo frullata e mescolata con yogurt, panna o ricotta. L’unico problema delle creme e delle mousse a base di banana è che tendono a scurirsi e quindi bisogna sempre condire la polpa con del succo di limone o, in alternativa, preparate il dolce poco prima di servirlo. Una ricetta al cucchiaio facilissima con la banana è la mousse al cioccolato che si prepara frullando la polpa di due banane con la polpa di mezzo avocado e due cucchiai di cacao in polvere dolce. Una vera goduria con pochissime calorie, per concedervi uno sfizio senza sensi di colpa. Per arricchirla un po’ potete utilizzare anche del latte di cocco e delle gocce di cioccolato.

Dessert da passeggio 

Con la banana si possono preparare delle merende straordinarie per i bambini che vogliono sempre correre e giocare e che non stanno fermi un secondo. Basta sbucciarla, tagliarla alla base e infilzarla con uno stecco di legno da ghiacciolo. A questo punto intingetela nel cioccolato fuso e decorate con granella di nocciole.
Se preferite qualcosa di meno impegnativo c’è anche il sandwich di pane tostato con burro di arachidi e fette di banana. Una delizia per grandi e bambini.

Dessert da bere 

È sempre un buon momento per un frullato di banane, anche se fuori fa freddo. Il frullato, o smoothie se preferite la versione ghiacciata, è la merenda ideale perché dona energia e spezza la fame. Potete prepararlo semplicemente con latte e banane oppure potete arricchirlo con tanti ingredienti golosi come gelato alla vaniglia o al cioccolato, latte di cocco, burro di arachidi, caramello o yogurt bianco.

Se vi abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca e a questo punto avete voglia di preparare in pochi minuti un dessert con le banane con soli tre ingredienti, bene: ecco nella gallery suggerimento.

 

Proudly powered by WordPress