Tag: ingredienti

gli ingredienti per un’idea ricca

gli ingredienti per un'idea ricca

Un piatto da preparare con fave, asparagi, pisellini, ma anche i funghi e poi del caprino per un po’ di freschezza in più

La frittata è la ricetta ideale per tutte quelle volte che non si sa cosa cucinare o non si ha tempo, ma si ha voglia di portare a tavola qualcosa di buono, sfizioso e sano in modo veloce.
Due o tre uova a settimana sono la quantità ideale in una dieta equilibrata e se non le amate sode o al tegamino, la frittata è un ottimo modo per consumarle.

Il composto perfetto per la frittata

Partiamo dalle basi: come si prepara una frittata?
Basta sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe, del parmigiano grattugiato e un pochino di latte (facoltativo).
Attenzione: sbattere, ma non montare!
Si possono aggiungere le erbe aromatiche, in genere prezzemolo tritato, e per dare un po’ di consistenza un cucchiaio di ricotta.
Con questo mix si posso preparare frittate in padella o al forno

Non solo frittata: il rotolo

Con il composto base della frittata in realtà potete preparare anche altre cose.
Per esempio un bellissimo rotolo da farcire con qualcosa di cremoso come un classico ripieno di ricotta e spinaci.
Basta cuocere la frittata in forno all’interno di uno stampo rettangolare e poi, una volta fredda, farcirla e arrotolarla.
Avvolta nella pellicola si lascia in frigorifero per un po’ e sarà poi pronta per essere affettata.
Piace molto ai bambini perchè ha un aspetto divertente.

Frittata o muffin

Sempre con il mix di uova, sale, pepe e parmigiano potete riempire dei cestini di pane croccante o di speck.
Basta rivestire uno stampo per muffin o anche dei pirottini di alluminio monoporzione con delle fette di pancarré schiacciate con un matterello oppure delle fette di speck.
Riempite con il mix per frittata e cuocete in forno a 180° per circa 15 minuti. Una bellissima idea per un aperitivo in piedi.

Ricetta delle frittate di primavera

La frittata è quella ricetta che può trasformarsi in mille modi.
Potete infatti arricchirla con tanti ingredienti e in questa stagione vi suggeriamo fave, asparagi, pisellini e funghi.
Basta sbollentare o cuocere al vapore tutto e poi o mescolare uova, legumi e verdure. In alternativa cuocete la frittata e poi aggiungete il resto sopra, un po’ come fosse la base di una pizza. Il gioco di consistenze è molto gradevole.
Nella frittata di verdure stanno molto bene anche le cipolle e, per dare un po’ di colore e profumo, delle erbe aromatiche.
A noi piacciono il basilico e la menta in abbinamento con i legumi e gli ortaggi, ma potete divertirvi con i profumi come volete.

Aggiungiamo il formaggio

Per rendere più fresca e anche più saporita una frittata ricca di verdure, vi suggeriamo di aggiungere del formaggio cremoso e dal retrogusto leggermente acidulo: il caprino.
Non cuocetelo con le uova, ma semplicemente versatene qualche cucchiaiata sulla frittata tiepida.
Prima, però, mescolatelo con un filo di olio, la scorza di limone e del basilico tritato perché diventi una crema morbida e saporita.

Il panino con la frittata: must eat di stagione

Questa frittata primaverile può ovviamente diventare il ricco ripieno di un panino da portare ad un pic-nic dato che le giornate diventano sempre più belle, calde, luminose e lunghe ed è tempo di mangiare all’aperto.
Il pane perfetto per la frittata? La rosetta, la michetta o il semplice pane da affettare con la crosta croccante.

 

gli ingredienti che servono per l’insalata di pasta

gli ingredienti che servono per l'insalata di pasta

Un piatto unico perfetto per l’estate, ma abbiate cura che nella preparazione ci sia tutto: carboidrati, proteine animali o vegetali, grassi e spezie

Esistono diverse scuole di pensiero tra i nutrizionisti di tutto il mondo. C’è chi dice che bisogna separare i carboidrati dalle proteine, chi concede una porzione di pasta al giorno e solo a pranzo e chi invece si batte per il primato delle proteine su tutti gli altri nutrienti.
Per mettere tutti d’accordo, abbiamo deciso che questa estate faremo il pieno di piatti unici, un po’ perché nessuno ha voglia di cucinare più di una portata, un po’ perché abbiamo bisogno di energia per affrontare il caldo che ci aspetta nelle prossime settimane.
Ma come deve essere strutturato un piatto unico per essere equilibrato e perfetto per la nostra dieta? Gli elementi che non devono mancare sono i carboidrati, le proteine animali o vegetali, i grassi e le spezie.


Insalata di pasta: le giuste proporzioni

La proporzione degli ingredienti è fondamentale e quindi: 1/4 del piatto deve essere composto da riso o pasta integrale, 1/4 da pesce azzurro, carne magra o legumi, 1/2 da verdure cotte o crude. Si possono mangiare due piatti unici al giorno uno a pranzo e uno a cena, ma attenzione, non devono essere identici: per esempio a cena si possono scegliere i legumi o il pesce e a pranzo la carne.
Come sempre l’importante è variare!

I grassi che fanno bene alla salute

Nel piatto unico ci deve essere anche la giusta quantità di grassi che sono fondamentali per la salute. Tra i grassi possiamo scegliere quelli detti buoni, ovvero gli Omega 3 contenuti nella frutta secca e nel pesce, ma anche i monoinsaturi che si trovano soprattutto nell’olio extravergine d’oliva.
E per dare un tocco di sapore in più al piatto senza aggiungere calorie, basta utilizzare erbe aromatiche e spezie in quantità, che aiutano anche a digerire meglio e stimolano il metabolismo.

Ecco ora cinque ricette per preparare deliziose insalate di pasta

10 ingredienti che è meglio togliere dalla lista della spesa

10 ingredienti che è meglio togliere dalla lista della spesa

Drenare, disinfiammare e ritrovare il giusto equilibrio. Ecco le regole del detox a partire dagli alimenti che non dobbiamo assumere se vogliamo depurarci

Il mese di gennaio non è solo il periodo in cui versiamo lacrime di coccodrillo sugli eccessi delle feste. È anche un momento prezioso per dare nuova vita ai nostri progetti, riflettere su quello che ci circonda e dedicarci a cose che rimandavamo da un po’. Come la cura del nostro corpo. I programmi detox ci vengono incontro proprio perché consentono di depurare l’organismo, ridurre l’infiammazione dei tessuti, eliminare i liquidi in eccesso e ritrovare la perduta armonia.

I nostri alleati

Prima di parlare di quello che non dobbiamo mangiare, proviamo a ragionare positivamente. Ovvero quali sono gli alimenti che ci consentiranno di depurarci? L’inverno sembra la stagione ideale per un programma detox poiché ci offre tantissimi ingredienti  semplici da reperire. Come arance, limoni, pompelmi, mele, melograno, barbabietole, carciofi e finocchi. Ma potremo chiedere un prezioso aiuto anche a cibi meno stagionali come mirtilli, semi di lino, cereali integrali, alghe marine, curcuma e ananas.
E se questi sono gli alimenti che favoriranno maggiormente la nostra depurazione, dobbiamo considerare come ancora più importante l’aiuto dato dal bere acqua in abbondanza (almeno 1,5 litri al giorno) abbinata all’assunzione di cibi ricchi di fibre.

L’importanza dei liquidi

Idratare l’organismo è un passaggio fondamentale del nostro percorso detox che deve partire sin dal risveglio con un bicchiere d’acqua tiepida con del succo di limone. Per ridurre ulteriormente il gonfiore, si consiglia di aggiungere anche lo zenzero a questa semplice bevanda che oltre a depurarci, saprà attivare il nostro metabolismo. Durante la giornata, continueremo la nostra idratazione con acque aromatizzate, centrifughe, estratti e spremute. Il tutto sempre evitando di aggiungere zuccheri, dolcificanti o miele e tenendo conto delle dosi di saccarosio naturalmente contenuto nella frutta.

I nemici del detox

Ed eccoci ora agli alimenti no. Ovvero a quel gruppo di cibi che in un modo o nell’altro contrastano l’azione positiva del nostro programma di disintossicazione annullando i progressi fatti. Nella gallery qui sotto, i 10 alimenti a cui dire no per depurare il nostro organismo:

Sfoglia la gallery

Proudly powered by WordPress