Tag: Burro

Pane, burro e zucchero – La Cucina Italiana

Pane, burro e zucchero - La Cucina Italiana

La ricetta per una merenda (o colazione) genuina, antica, sana, super golosa! E ricca di ricordi

C’era una volta pane, burro e zucchero. E c’è ancora! Come ancora resiste l’eterna golosa gara con pane e Nutella (o le altre buonissime creme al cioccolato oggi in commercio) e pane, burro e marmellata.

Pane, burro e zucchero e la nonna

Pane, burro e zucchero è la merenda che nostra nonna ci presentava alle 4 del pomeriggio, magari integrandola con un bel bicchiere di latte. Oppure a colazione. Naturalmente, pane sciapo, ovvero senza sale, il più adatto a ospitare un farcitura dolce. Detto anche pane toscano, il pane sciapo è diffuso nell’Italia del centro, in modo particolare, oltre alla già citata Toscana, nelle Marche. Se si abita in zone dove il pane senza sale è difficile da trovare, una valida alternativa possono essere le fette biscottate: lo svantaggio è che la fetta biscottata ci priva della mollica, la parte morbida della nostra fetta di pane, là dove il burro affonda e assorbe meglio lo zucchero. Altra alternativa può essere il pane a cassetta.

Pane, burro e zucchero: la ricetta

Difficoltà: facilissimo
Tempo di preparazione: 2/3 minuti circa

Ingredienti

2 fette di pane sciapo
burro q.b.
zucchero semolato q.b.

Procedimento

Per prima cosa tiriamo fuori il burro dal frigo, così che, a temperatura ambiente, si ammorbidisca per essere più facile da spalmare sul pane. Prendiamo un filone di pane sciapo e lo tagliamo a metà in verticale, in modo da avere a disposizione la parte più ampia da cui tagliare due fette belle grandi. Con un arricciaburro facciamo, appunto, alcuni riccioli di burro, che andranno depositati sulle fetta di pane e spalmati con l’aiuto di un coltello, o altro attrezzo da cucina adatto, fino a ricoprirla del tutto. A questo punto, con un cucchiaino, versiamo lo zucchero sopra il burro e con lo stesso coltello lo stendiamo delicatamente su tutta la fetta. Ora possiamo sovrapporre le due fette in un unico panino, oppure, se preferiamo, tenerle separate e mangiarle una alla volta.

La ricetta per una merenda (o colazione) genuina, antica, sana, super golosa! E ricca di ricordi

Alternativa vegana

Partiamo dal pane, che di per sé dovrebbe essere vegano di default, visto che gli ingredienti sono farina (di qualsiasi tipo), acqua, lievito e, non sempre, sale. Tuttavia, come sappiamo, vengono spesso aggiunti altri ingredienti, tipo lo strutto, che non sono vegani (e neppure vegetariani). Quindi per prima cosa assicurarsi che si stia utilizzando un pane che non contenga nulla che vada in conflitto con una alimentazione veg. Il burro lo sostituiamo con la margarina vegetale, che fra l’altro essendo più morbida si spalma più facilmente e uniformemente. E infine lo zucchero: anche qui occorre fare attenzione. Preferire lo zucchero di barbabietola a quello di canna: il primo è sicuramente vegan, il secondo potrebbe non esserlo perché nel processo di raffinazione vengono usati prodotti di origine animale.

Altre alternative

Naturalmente nessuno ci vieta di usare pane integrale, se lo si preferisce, magari abbinato con zucchero integrale di canna. Oppure possiamo tostare il pane (soprattutto se si tratta di pane in cassetta) e poi stendere il burro e lo zucchero.

Fetta biscottata con burro e zucchero.

Ricetta Spaghetti e agretti con burro all’arancia

  • 350 g spaghetti
  • 200 g agretti
  • 80 g olive taggiasche snocciolate
  • 30 g burro
  • 2 pz arance
  • sale
  • pepe

Per la ricetta degli spaghetti e agretti con burro all’arancia, mondate gli agretti: eliminate le radici e metteteli a bagno in acqua, cambiandola più volte. Sbollentateli in acqua salata per un paio di minuti. Grattugiate la scorza di 1 arancia. Spremete il succo di entrambi gli agrumi, versatelo in una padella capiente e fatelo ridurre per 4-5 minuti; unite quindi il burro e lasciate raffreddare. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata, scolandoli un paio di minuti prima rispetto ai tempi riportati sulla confezione. Fateli insaporire per 1-2 minuti nella padella con il burro all’arancia, unendo un mestolino di acqua di cottura. Aggiungete la scorza di arancia, gli agretti, le olive, condite con sale e pepe, mescolate e servite.

Torta vaniglia e cacao senza burro

Torta vaniglia e cacao senza burro

Da quello che leggo sui social, tutti siamo stanchi di questo freddo, della pioggia, delle giornate grigie e uggiose, ma sapete una cosa, io tutto sommato sono contenta. Volendo guardare i vari aspetti di questo tempo pazzerello, al primo posto ci metto che non devo dar da bere a fiori e giardino.
Se piove inoltre, posso accampare varie scuse, tra cui il non poter andare a camminare, il non dover lavare i vetri e il potermi chiudere in casa in tuta senza trucco e parrucco, ovviamente dopo aver sbrigato tutte le commissioni ed essere stata come di consueto dalla mamma. Bisogna pur vedere il bicchiere mezzo pieno no?

Ingredienti


300 g di farina 00
2 cucchiaio di cacao amaro
180 g di zucchero
2 uova intere
150 g di yogurt skir alla vaniglia
50 ml di latte
150 ml di olio di riso
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di aroma vaniglia

Preparazione

Scaldare il forno a 170°C. e foderare una tortiera da 24 cm di diametro con carta forno.
In una ciotola montare leggermente le uova con la vaniglia e lo zucchero.
Aggiungere lo yogurt e mescolare, poi il latte e l’olio di riso.
Infine unire la farina setacciata con il lievito.
A questo punto dividere l’impasto in due ciotole.
Ad una parte dell’impasto alla vaniglia unire il cacao setacciato e mescolare fino a completo assorbimento.
Versare nella tortiera alternando le cucchiaiate di impasto alla vaniglia a quello al cacao.
A piacere, con uno stecchini, formare dei ghirigori con gli impasti.
Infornare per 35-40 minuti, vale la prova stecchino.

Proudly powered by WordPress