Tag: Verza

Ricetta Pizzoccheri con verza e bitto

Ricetta Pizzoccheri con verza e bitto
  • 70 g pizzoccheri
  • 50 g foglie di verza
  • 50 g patata
  • 25 g bitto
  • 20 g burro
  • 4 foglie di salvia
  • sale
  • pepe

Per preparare i pizzoccheri con verza e bitto portate a bollore una pentola d’acqua, salatela quindi tuffatevi la patata tagliata a fette. Dopo circa 5′ aggiungete i pizzoccheri, lasciateli cuocere per 6′, aggiungete le foglie di verza spezzettate e sbollentate, avendo cura di sceglierle fra quelle più tenere e centrali. Portate a termine la cottura per altri 5 minuti. Nel frattempo, mettete a friggere, in una padellina, le foglie di salvia con il burro. Preparate il bitto tagliato a fettine sottili. Scolate i pizzoccheri con le verdure, cospargeteli con il bitto, poi completate con il burro nocciola, ca-dissimo, la salvia fritta e una bella macinata di pepe. Il bitto è un formaggio valtellinese di non facile rep-ribilità, che si può eventualmente sostituire con la fontina o con altro formaggio fondente e piuttosto saporito. I pizzoccheri, anch’essi una specialità tipica della Valtellina, sono una sorta di tagliatelle, preparate mescolando farina bianca e farina di grano saraceno. Quest’ultima dà loro il caratteristico colore bruno.

Ricetta Passatelli in brodo di pollo e verza

Ricetta Passatelli in brodo di pollo e verza
  • 500 g pollo a pezzi
  • 250 g foglie di verza
  • 250 g passatelli pronti
  • una cipolla media
  • carota
  • sedano
  • alloro
  • sale grosso

Per la ricetta dei passatelli in brodo di pollo e verza, riunite nella pentola a pressione i pezzi di pollo con la cipolla sbucciata, la carota raschiata, una costina di sedano, 2 foglie di alloro e un cucchiaio raso di sale.

Coprite con un litro d’acqua, chiudete la pentola e cuocete per 20′ da quando va sotto pressione. Tagliate intanto la verza a sottili listerelle. Aprite la pentola dopo il tempo prescritto, unite la verdura e date altri 10′ di cottura.

Filtrate tutto il brodo e cuocetevi i passatelli per 1′-2′. Ricavate qualche pezzo di polpa dal pollo bollito, tagliatela a dadini e servite la minestra unendo anche questi e parte della verza.

gli involtini di verza che scaldano l’inverno

gli involtini di verza che scaldano l'inverno

Deliziose foglie di verza ripiene di carne, per un piatto unico invernale dal sapore irresistibile: i verzolini richiedono tempo, ma sono semplici da preparare

I verzolini sono un piatto tipico della cucina invernale della zona del piacentino, ma si preparano in tutto il nord Italia. Se avete dei nonni che abitano in Lombardia, sicuramente li avrete assaggiati perché fanno parte di quelle ricette di una volta che vengono tramandate nelle famiglie e che ognuno poi adatta in tante varianti. La regola che ci si racconta da sempre è una: la verza, per essere morbida e avvolgere gli involtini al meglio, si utilizza solo dopo una gelata. Servono quindi temperature basse per il verzolino perfetto e non può essere altrimenti vista la ricchezza del ripieno, che appaga il palato nelle stagioni fredde.

Cucinare la verza: 5 consigli

Sfoglia la gallery

La ricetta dei verzolini

Ingredienti

1 verza non troppo grande
400 grammi di carne trita (può essere lessata avanzata oppure semplice macinato o ancora delle bistecchine di lonza da cuocere e poi tritare)
100 grammi di mortadella
burro qb
metà cipolla
1 uovo
3 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di Parmigiano Reggiano
noce moscata a piacere
sale e pepe qb
olio extravergine qb
burro qb
brodo qb
1 confezione di passata di pomodoro
spago

verzolini

Procedimento

Se non utilizzate carne lessata, cuocete la trita o delle fettine di lonza in padella con burro e cipolla tagliata fine e precedentemente soffritta. Tritate la lonza una volta cotta. Tritate a parte la mortadella.
In una ciotola mettete la carne e la mortadella, il pangrattato e il Parmigiano Reggiano, la noce moscata, l’uovo, regolate di sale e pepe.
A parte lessate le foglie di verza, scegliendo quelle più interne (attenzione però che non siano troppo piccoli perché dovranno avvolgere i verzolini, che avranno la dimensione di metà di un pugno) e morbide. Scottatele soltanto così da renderle più facili da maneggiare.
Su un piano stendete tutte le foglie di verza e dividete l’impasto ponendolo al centro, poi richiudete le foglie come fossero tanti pacchetti e, aiutandovi con lo spago, sigillate i verzolini così che l’impasto non scappi.
Potete cuocerli sia in forno che in padella. Per farlo in padella, mettete un cucchiaio d’olio e una noce di burro, fateli soffriggere lentamente e posizionate i verzolini. Aggiungete poi il sugo di pomodoro (non è necessario ricoprirli, ma solo distribuirne poca su ciascun involtino). E lasciate cuocere per una mezz’ora. Se si asciugano bagnateli con del brodo.

Il tocco goloso? Serviteli con la mostarda di Cremona.

Proudly powered by WordPress