Tag: Torta Al Cioccolato

Hotteok: i pancake degli street food coreani

Hotteok: i pancake degli street food coreani

L’hotteok è uno dei più popolari street food coreani e consiste in un pancake dolce servito caldo con un delizioso ripieno filante

Non si può intraprendere un viaggio in Corea senza lasciarsi tentare da uno dei più famosi e tipici street food del paese, ovvero i pancake chiamati hotteok (anche detti hoddeok o hodduk), particolarmente diffusi nella città di Seul e in generale nel sud del paese. Questi pancake dolci e ripieni vengono venduti soprattutto in inverno e possono essere acquistati in strada o cotti in casa, in quanto la preparazione non è particolarmente complessa. Andiamo allora a scoprire caratteristiche ed evoluzione di questo speciale spuntino dolce per cui i coreani vanno pazzi.

A vendor cooks hotteok, a Korean sweet pancake, at a stall at the Seomun Market in Daegu, South Korea, on Saturday, Nov. 12, 2016. The disenchantment with President Park Geun-hye in her hometown of Daegu signals a wider shift in the nation's political landscape, where regional loyalties often hold greater sway among the electorate than policy platforms. Photographer: SeongJoon Cho/Bloomberg
Street food in Corea: hotteok.

Come sono fatti i pancake dolci coreani

Gli hotteok, introdotti in Corea dagli immigrati cinesi all’inizio del Novecento, sono soffici pancake dolci, il cui impasto è realizzato con un mix di farine, in genere farina bianca e di riso, latte o acqua, zucchero e lievito. La ricetta originale prevede che l’impasto venga fatto lievitare per diverse ore e che, prima di essere cotto in padella o sulla piastra, venga farcito con un ripieno a base di zucchero di canna scuro, cannella e alcune noci o semi macinati. Quello che ne risulta è un pancake spesso, dall’esterno leggermente croccante e un ripieno piacevolmente succoso e filante. Gli hotteok cotti dai venditori ambulanti vengono generalmente preparati su grandi piastre e, una volta pronti, piegati a metà e serviti all’interno di bicchieri di carta, così da evitare che i clienti si scottino con lo sciroppo bollente. I coreani amano cucinare gli hotteok anche in casa, seguendo la ricetta tradizionale o acquistando una miscela già pronta e disponibile in commercio.

Caratteristiche ed evoluzione dell’hotteok

Come avviene spesso per i cibi di strada, anche il tradizionale hotteok ha subito diverse rivisitazioni e attualmente sono circa una cinquantina le varianti disponibili. Nella versione dolce, i pancake possono essere preparati con una crema al cioccolato al loro interno o con un ripieno tipicamente asiatico a base di fagioli rossi. Ancora più recenti e creativi gli hotteok salati, con ripieni di ogni tipi che vanno dalle verdure al formaggio filante, fino a quelli a base di ingredienti o piatti tradizionali della cucina coreana, quali ad esempio quelli al kimchi (verdure fermentate con spezie e frutti di mare) e al bulgogi (un piatto a base di carne di manzo marinata e grigliata). In alcuni casi l’impasto bianco delle frittelle viene colorato con polvere di tè coreano o con aromi vari. Non mancano, infine, varianti più spesse che vengono fritte, risultando simili alle nostre ciambelle, o cotte sulla piastra come i waffle.

Salmone arrosto… in tre modi! Salmone alla griglia, al forno e in padella

Salmone arrosto... in tre modi! Salmone alla griglia, al forno e in padella

Alcuni pesci si prestano a essere arrostiti tanto sulla griglia quanto in forno o in padella. Emblematico il salmone, comunque ottimo. Conviene, però, tagliarlo in modi diversi secondo la tipologia di cottura cui si sceglie di destinarlo.

Salmone alla griglia

I tranci con l’osso sono i più adatti, perché hanno uno spessore uniforme. Si ottiene così una cottura omogenea. Voltateli un paio di volte, ruotandoli per ottenere una “rete” sulla superficie. Cuoceteli per circa 3-4’ per lato, sulla griglia unta di olio

Salmone al forno

Scegliete pezzi grossi di filetto, e incidete la pelle come per il rombo. Appoggiateli con la pelle verso l’alto, completate con erbe e aromi, quindi infornate a 180 °C per circa 15’. Per tranci da 400 g in su, rosolateli in padella e poi infornateli, cuocendoli per circa 7-8’.

Salmone in padella

I filetti da porzione vanno cotti appoggiati prima sulla pelle. Questa va incisa per evitare che il filetto si arricci e si sollevi dalla padella compromettendo così la cottura. Dove il filetto è più sottile, tuttavia, conviene lasciare integra la pelle, per proteggere la polpa. Cuoceteli per 5’ sulla pelle, salateli poi voltateli per 2-3’ sulla polpa

Come fare le uova alla fiorentina: la ricetta

Come fare le uova alla fiorentina: la ricetta

Le uova alla fiorentina sono un modo molto gustoso di servire le uova, su un letto di spinaci e di salsa al formaggio. Perfette come antipasto, possono essere anche un second

Le uova sono un ingrediente incredibile da cucinare, le ricette per portarle in tavola sono infinite e spesso molto semplici. Di sicuro sono tutte molto gustose, e tra queste merita di essere conosciuta quella delle uova alla fiorentina che prevede un letto di spinaci e una salsa al formaggio. Scopriamola!

Tutte le proprietà delle uova

Le uova sono fonte di un alto valore proteico e nutritivo a bassissimo costo. Per questo è fondamentale inserirle nella nostra dieta quotidiana, facendo però attenzione a non esagerare per l’elevato quantitativo di colesterolo che apportano. Le uova sono ricche di vitamine, tra cui la B6 e la B12, oltre che di minerali come ferro, fosforo e potassio. Le lecitine presenti nei tuorli poi potenziano le performance cerebrali e i processi digestivi dell’alimento. Tutti buoni motivi per non farne a meno!

Cotte nell’acqua o al forno: buonissime in ogni modo

La ricetta originale di questo piatto prevede che le uova vengano cotte senza guscio nell’acqua bollente per mantenere un cuore di tuorlo morbido dentro un guscio di albume. Se però temete di non riuscire a compiere questa operazione, potete semplicemente rompere un uovo alla volta e adagiarlo nel nido di spinaci che avrete formato. Non vi resterà che mettere la vostra pirofila con uova e spinaci in forno e aspettare che sia tuorlo sia albume siano cotti, secondo il vostro gusto.

La ricetta delle uova alla fiorentina

Ingredienti

Per gli spinaci: 600 g di spinaci, olio extravergine di oliva, sale, un pizzico di noce moscata, 1 spicchio di aglio.

Per la salsa: 1 bicchiere di latte, 20 g farina, 30 g burro, 20 g Parmigiano Raggiano, sale, pepe, noce moscata.

Per le uova: 2 l di acqua, 5 cucchiai di aceto di vino, 8 uova, un pizzico di sale.

Per gratinare: 20 g Parmigiano Reggiano, 20 g burro.

Procedimento

Per prima cosa fate lessare gli spinaci in abbondante acqua salata. Una volta cotti, strizzateli e fateli saltare in una padella con un poco di olio e uno spicchio di aglio. Quando saranno pronti, insaporiteli con la noce moscata e metteteli da parte tenendoli al caldo, in una pirofila capiente.

Preparate ora la salsa facendo sciogliere in un pentolino il burro. Unite poi la farina e mescolate velocemente con una frusta, per evitare che si formino grumi. Mettete il latte, salate, pepate e aggiungete la noce moscata. Dopo qualche minuto spegnete e fuori dal fuoco unite il formaggio, continuando a mescolare con la frusta.

Pensate ora alle uova: in una pentola mettete dell’acqua, sale e aceto e fatela bollire. Una volta che bollirà, aggiungete le uova, rotte una per una in un mestolo, facendole scivolare nell’acqua delicatamente. Lasciatele cuocere a fuoco dolce per circa 5 minuti. Una volta cotte levatele con una schiumarola e sistematele sugli spinaci. Versate la crema di formaggio sopra gli spinaci, aggiungete dei fiocchetti di burro e infornate a 240°, facendo gratinare per 6/7 minuti. Sfornate e servite subito caldissime.

Nel Tutorial qualche suggerimento per un piatto davvero speciale!

Proudly powered by WordPress