Tag: rustico ricetta

tutto quello che c’è da sapere sugli spaghetti orientali

tutto quello che c’è da sapere sugli spaghetti orientali

Non sono spaghetti anche se gli somigliano molto. Parliamo dei noodles

Se l’origine degli spaghetti è conteso tra Italia e Cina, quando si parla di noodles non ci sono dubbi.
Da quando i ristoranti giapponesi, tailandesi, coreani e cinesi hanno conquistato il palato degli italiani, i noodles sono diventati un ingrediente di casa nostra e non è difficile trovali in tutti i supermercati.

I noodles nascono in Cina più di 4mila anni fa e si sono poi diffusi anche nel resto dell’Asia e quindi in tutto il mondo.
Si producono con un impasto di farina a cui si aggiunge acqua ed eventualmente uova e con cui si creano dei fili di pasta di spessore variabile a seconda delle tradizioni locali.
Mentre la nostra pasta è fatta di farina di grano duro e viene trafilata, i noodles sono preparati in genere con farina di riso e vengono tagliati direttamente dalla sfoglia di pasta.

Dai soba ai shirataki

In Giappone esistono diversi tipi di noodles: i soba sono noodles di grano saraceno, fini, di colore marrone e si possono servire caldi o freddi. I ramen sono più gialli perché fatti con l’uovo, più solidi e corposi e si mangiano nelle zuppe. I somen sono molto sottili e si servono soprattutto freddi. Infine gli shirataki sono i più fini e contengono pochissime calorie perché fatti con una particolare radice.

Come cuocere i noodles

Ogni tipologia di noodles si presta a cotture e preparazioni diverse. I noodles possono infatti essere bolliti, oppure fritti o ancora scottati in acqua bollente e poi saltati in una wok.
Per quanto riguarda i condimenti poi i noodles si possono servire con carne, pesce o verdure, possono arricchire una zuppa e si possono gustare caldi o freddi.

la ricetta perfetta anche per i più pigri

la ricetta perfetta anche per i più pigri

Non servono mattarelli e stampini, bastano due cucchiai per dosare e dare forma a questi biscotti ottimi per accompagnare latte e tè

Se pensare di mettervi a impastare i biscotti vi fa perdere subito la voglia di farli, questa è la ricetta per voi. Non servono stampini o matterelli, ma solo un attrezzo: il cucchiaio, o meglio, due cucchiai. I biscotti al cucchiaio infatti si preparano grazie a una ricetta semplice e rapida e il risultato saranno dei fragranti e golosi biscotti da inzuppare nel latte a colazione o nel tè a merenda, senza troppa fatica. Il profumo invaderà la casa e il risultato sarà apprezzato da grandi e piccoli. Scopriamo insieme la ricetta dei biscotti al cucchiaio.

La ricetta dei biscotti al cucchiaio

Ingredienti

Per preparare circa 24 biscotti al cucchiaio vi serviranno: 270 g di farina 00, 160 g di fecola di patate, 2 uova, 170 g di zucchero bianco, 1 bustina di vanillina, 130 g di burro, 1 bicchiere di latte, gocce di cioccolato qb.

Procedimento 

Procuratevi le fruste o un’impastatrice. Raccogliete in una ciotola o nel bicchiere dell’impastatore zucchero e uova. Iniziate a mescolare.

Quando il colore delle uova sarà più chiaro, aggiungete vanillina, poi lentamente burro fuso e latte.

Setacciate poi la farina e mescolatela poco per volta al composto, fate lo stesso con la fecola di patate. Aggiungete le gocce di cioccolato nella quantità che più preferite.

Sistemate su una teglia un foglio da carta da forno e con l’aiuto di due cucchiai formate delle palline di impasto un po’ schiacciate e posizionatele sulla teglia.

Cuocete in forno già caldo a 180°C per 20 minuti circa, controllando di tanto in tanto.

» Frittelle di banana – Ricetta Frittelle di banana di Misya

Misya.info

Sbattete leggermente le uova con lo zucchero, in modo da ottenere un composto omogeneo.
Incorporate prima il latte e poi la farina e il lievito, dovrebbe risultarvi una pastella liscia e senza grumi.

Sbucciate le banane, tagliatele a tocchetti e irroratele con il succo di limone.

Mettete i tocchetti di banana nella pastella, quindi prendetene uno per volta, ben ricoperto di pastella, e iniziate a friggerli nell’olio caldo.
Man mano che sono pronte scolate le frittelle su carta assorbente.

Le frittelle di banana sono pronte, decorate con zucchero a velo a piacere e servite subito.

Proudly powered by WordPress