Tag: ricette ricotta

Malnutrizione, UNICEF lancia campagna di raccolta fondi

Malnutrizione, UNICEF lancia campagna di raccolta fondi

L’UNICEF Italia lancia una campagna di raccolta fondi con numero solidale 45525, dal 9 novembre al 31 dicembre 2020, per curare e proteggere oltre 190 milioni di bambini sotto i 5 anni malnutriti in tutto il mondo, di cui 47 milioni colpiti da malnutrizione acuta.

La pandemia da COVID-19 potrebbe peggiorare questa situazione già critica: si stima che, in assenza di un intervento tempestivo, ulteriori 6,7 milioni di bambini sotto i 5 anni potrebbero soffrire di malnutrizione acuta durante il primo anno della pandemia.

Per aiutare i bambini malnutriti, è possibile donare tramite numero solidale 45525 con un semplice SMS dal proprio telefono cellulare o con una chiamata da rete fissa:

• 2 euro al 45525 con SMS inviato da cellulare WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali;
• 5 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile;
• 5 e 10 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e
Tiscali.

“Per combattere la malnutrizione, l’UNICEF garantisce in tutto il mondo interventi semplici e a basso costo, come latte e alimenti terapeutici ad alto contenuto proteico, vitamine e sali minerali in grado di restituire peso e forza a neonati e bambini fortemente debilitati. Interventi che possono fare la differenza tra la vita e la morte. I fondi raccolti sosterranno i programmi UNICEF per combattere la malnutrizione infantile in Africa e Asia; una parte dei fondi raccolti sarà anche utilizzata per aiutare le famiglie vulnerabili che vivono nel nostro paese, particolarmente colpite dalla crisi causata dal COVID-19”, ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo.

Alcuni esempi di cosa possiamo fare con la vostra donazione:

• Con 10 € doni una terapia con latte terapeutico per 4 neonati affetti da malnutrizione acuta;
• Con 30 € doni 3 bilance per neonati necessarie a monitorare la loro crescita;
• Con 40 € si forniscono alimenti terapeutici pronti all’uso per un’intera cura salvavita di 8 settimane a un bambino che soffre di malnutrizione acuta.
• Con 15€ doni 7 confezioni di disinfettante da 100 ml. per gli operatori sanitari impegnati nella lotta al COVID-19.

Ricetta Tortellini in brodo di castagne, porcini e salicornia

Ricetta Tortellini in brodo di castagne, porcini e salicornia
  • 500 g farina 00
  • 4 uova
  • 4 tuorli
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • 2 cosce di faraona spellate e disossate
  • frattaglie di 1 faraona
  • cipolla bianca
  • aglio
  • alloro
  • vino bianco
  • Marsala
  • brodo di carne ristretto
  • Grana Padano Dop
  • olio extravergine di oliva
  • burro
  • sale
  • pepe
  • 200 g funghi porcini
  • 120 g salicornia
  • 100 g castagne secche (leggermente abbrustolite in padella)
  • 6 finferli
  • 6 chiodini
  • 1 porro (solo la parte verde)
  • aglio
  • burro
  • sale
  • olio extravergine di oliva

PER LA PASTA
Versate la farina sulla spianatoia formando una fontana, al centro ponete le uova e i tuorli; impastate con una presa di sale e 1 cucchiaio di olio fino a ottenere una consistenza liscia. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per 1 ora.

PER IL RIPIENO
Tagliate a pezzetti la polpa di faraona, rosolatela in una padella bassa e larga con una noce di burro, 1 spicchio di aglio con la buccia, sale e pepe per circa 5 minuti. Unite poi la 1/2 cipolla tritata, 1 foglia di alloro, uno spruzzo di vino e cuocete a fiamma bassa, finché non comincerà a caramellarsi; aggiungete quindi 2 cucchiaiate di brodo e proseguite la cottura per circa 10 minuti, finché la carne non diventerà simile a quella del brasato. Insaporite con sale e pepe.
Pulite le frattaglie, tagliatele a cubetti e rosolatele nella stessa padella della polpa con un filo di olio, sfumate con un po’ di Marsala, salate, pepate e cuocete per altri 5-6 minuti.
Frullate le frattaglie con la polpa, ottenendo un impasto morbido e non asciutto; unite 2 cucchiaiate di grana.

PER I TORTELLINI
Tirate la pasta in una sfoglia sottile (1 mm), ritagliate dei quadrati di circa 3 cm; ponete al centro una piccola noce di ripieno e richiudete il quadrato di pasta a forma di tortellino (preparatene pochi alla volta, altrimenti la pasta si secca): piegate a metà il quadrato con il ripieno unendo gli angoli opposti per formare un triangolo; sigillate i lati e formate un anello unendo tra loro le altre due estremità alla base e, infine, piegate leggermente in fuori la punta del «cappelletto».

PER IL BRODO
Mondate i porcini e gli altri funghi. Tagliate a tocchetti i porcini e tenete da parte i ritagli.
Raccogliete in una casseruola 3 litri di acqua fredda, i ritagli dei porcini, gli altri funghi, le castagne e il porro. Portate a bollore lentamente, poi abbassate la fiamma e cuocete per 1 ora, unendo poco sale alla fine. Filtrate il brodo e fatelo raffreddare. Conservate le castagne e usatele, schiacciate, per arricchire un sugo di carne o la farcia dei tortellini.
Saltate i tocchetti di porcini in una padella con 1 spicchio di aglio, una noce di burro, olio e sale per 2-3 minuti. Unite la salicornia e cuocete tutto per 1 minuto ancora.

PER COMPLETARE
Portate a ebollizione il brodo e cuocetevi i tortellini per 3-4 minuti. Distribuite nei piatti il brodo e i tortellini e completate con i porcini, la salicornia e un filo di olio.

Ricetta Sfoglie di polenta croccante

Ricetta Sfoglie di polenta croccante
  • 190 g farina di mais giallo per polenta rapida
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Per la ricetta delle sfoglie di polenta croccante portate a bollore 750 g di acqua con poco sale; versatevi la farina, mescolate con una frusta e cuocete secondo le indicazioni riportate sulla confezione (solitamente una decina di minuti) senza smettere di mescolare.
Ungete un foglio di carta da forno; distribuitevi sopra la polenta appena fatta, copritela con un altro foglio unto e stendetela sottile con un matterello.
Infornate la polenta tra i due fogli a 140‑160 °C per 1 ora e 20-30 minuti.
Sfornate, eliminate la carta, spezzate le sfoglie di polenta e servitele come aperitivo, accompagnando a piacere con robiola, pezzetti di acini di uva e erbe, con pasta di olive, con burro morbido insaporito con acciughe…

Proudly powered by WordPress