Tag: Ricette Pesce

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccia Robi

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccia Robi

Quando vedo salati…
Davanti ad un vassoio di pasticcini e uno di salatini, la mia scelta è sicura, non ho alcun dubbio, il salato vince.
Questa ricetta è di una amica di Instagram che seguo da tantissimo e che regala sempre a tutti le sue bellissime creazioni.
Grazie Robi, questa focaccia per me d’ora in poi, porterà il tuo nome.

Ingredienti

250 g di farina 0
150 g di farina 00
         (ma anche tutta 0 o tutta 00)
180 ml di acqua a temperatura ambiente
3 cucchiai di olio d’oliva
14 g di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
10 g di sale
emulsione
1 cucchiaio di acqua
2 cucchiaio di olio e.v.o.
sale

Preparazione a mano o con la planetaria.

In una ciotola sciogliere nell’acqua il lievito e lo zucchero.
Nella ciotola della planetaria (o in una ciotola abbastanza grande) versare la farina, e in un angolino, sotto la farina, mettere il sale.
Unire al composto di lievito l’olio e versare il tutto sulla farina.
Con il gancio, o con una forchetta se lavorate a mano, iniziare ad amalgamare gli ingredienti. Se dovesse servire, unire un goccio di latte all’impasto.
Lavorare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo, portarlo sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorare qualche minuto a mano.
Formare una palla, tagliare la superficie a croce, mettere in una ciotola. Coprire con un panno o pellicola trasparente e mettere a lievitare fino al raddoppio (va bene anche in forno con la luce accesa).
Nel frattempo ungere una teglia con olio d’oliva.
Una volta che l’impasto  ha raddoppiato il volume, delicatamente rovesciare l’impasto nella teglia preparata precedentemente e con le dita allargarlo fino a coprire tutta la superficie.
Nel tempo in cui si scalda il forno a 200°C, mettere la focaccia a lievitare nuovamente.
Quando il forno ha raggiunto la temperatura, affondare i polpastrelli nell’impasto e spennellare la superficie con l’emulsione salata.
Infornare e cuocere per 20-25 minuti o comunque fino a doratura.

Paccheri in tutti i modi

Paccheri in tutti i modi
Paccheri con vongole e seppie
Paccheri freddi ripieni di calamari
Paccheri ripieni di merluzzo e rucola
Paccheri ai gamberi
Paccheri al pesto di pistacchio e gamberi
Mezzi paccheri al tonno e limone
Paccheri con dadolata di pollo
Paccheri ripieni alle tre carni
Torta di paccheri in piedi alla ricotta
Paccheri ripieni con ragù vegetale
Paccheri ricotta e melanzane
Paccheri al pesto di capperi
Mezzi paccheri con pomodori ciliegia alla marinara

Formato di pasta prediletto da molti chef, i paccheri sono tradizionali della cucina campana. I napoletani li chiamano anche “schiaffoni” perché l’etimologia greca della parola indica una pacca, uno schiaffo a mano aperta dato amichevolmente. Possono essere lisci o rigati: sono accompagnati da sughi ricchi e succulenti oppure possono essere farciti con ripieni come fossero dei cannelloni o per timballi. Il condimento più diffuso è quello con il pesce, ma anche carne e verdure vanno benissimo. Sfogliate la gallery e provate tutte le nostre ricette!

ricette-paccheri

Con il pesce

Ecco qualche idea per sughi di pesce: Paccheri con vongole e seppie, Paccheri freddi ripieni di calamari, Paccheri ripieni di merluzzo e rucola, Paccheri ai gamberi, Paccheri al pesto di pistacchio e gamberi, Mezzi paccheri al tonno e limone.

Con la carne

Preferite la carne? Potete preparare i Paccheri con dadolata di pollo, i Paccheri ripieni alle tre carni, la Torta di paccheri in piedi alla ricotta (con costine di maiale).

Vegetariani

Se non mangiate né carnepesce, ecco qualche soluzione vegetariana: Paccheri ripieni con ragù vegetale, Paccheri ricotta e melanzane, Paccheri al pesto di capperi, Mezzi paccheri con pomodorini ciliegia alla marinara.

Sfogliatine con crema di pomodorini secchi

Sfogliatine con crema di pomodorini secchi

Il tempo che posso dedicare al mio blog è sempre meno.
Preparare, fotografare e scrivere le ricette è veramente impegnativo e a volte devo dire che la voglia di mettermi al pc è davvero poca, ma nonostante sia un pochino faticoso, vorrei cercare di portare avanti questa cosa. Prima o poi riuscirò a tornare a programmare i post e a non ridurmi a fare tutto poco prima di condividere.
Oggi, visto che sarà un’altra di quelle belle giornatine piene, vi lascio una ricetta veloce veloce che ho scritto ieri sera.

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia pronta di forma rettangolare
q.b. di pomodorini secchi sott’olio 
q.b. formaggio grana grattugiato 
sale e origano
Preparazione

Con il mixer tritare finemente i pomodorini con un po’ di olio di conservazione, fino a ridurli in crema.
Stendere la sfoglia lasciandola sulla carta forno in cui è arrotolata nella confezione, spalmarla con i pomodorini secchi, cospargere con il grana e infine insaporire con sale e origano.
Arrotolare le due estremità della pasta dall’esterno verso l’interno, fino a che non si incontrano al centro ottenendo così due cilindri che si toccano al centro.
A questo punto unire i cilindri e delicatamente affettarli ad uno spessore di circa 1 cm.
Scaldare il forno a 200°.
Adagiare le sfogliatine ottenute su una teglia foderate con carta da cottura e mettere in frigorifero in attesa che il forno raggiunga la temperatura.
Infornare per una decina di minuti, o comunque fino a doratura e servire.
Sono ottime sia calde che tiepide, ma anche a temperatura ambiente.

Proudly powered by WordPress