Tag: ricette di dolci

Ricetta Carbone dolce – La Cucina Italiana

Ricetta Carbone dolce - La Cucina Italiana
  • 500 g zucchero semolato
  • 120 g zucchero a velo
  • albume
  • succo di limone

Per la ricetta del carbone dolce, sciogliete in una casseruola lo zucchero semolato in 250 g di acqua, mescolate fino al bollore e lasciate che continui a bollire per 2-3’ senza mescolare. Nel frattempo foderate di carta da forno una casseruola con un volume triplo rispetto a quella dello zucchero semolato.

A parte mescolate lo zucchero a velo con un cucchiaio di albume e qualche goccia di succo di limone così da ottenere una glassa liscia. Verificate la temperatura dello sciroppo di zucchero semolato con il termometro: quando avrà raggiunto 142 °C unite la glassa mescolando costantemente dal centro della casseruola verso i bordi. In pochi secondi il composto inizierà a gonfiarsi.

Versatelo subito nella casseruola foderata di carta da forno: il volume raddoppierà, poi collasserà cristallizzandosi in un composto simile alla roccia. Prestate attenzione perché lo zucchero, anche se sembra freddo, in realtà all’interno è ancora molto caldo. Aspettate 10’, poi rovesciate il blocco di zucchero su un foglio di carta da forno e rompetelo in pezzi.

Anna in Casa: ricette e non solo: Croccante alle mandorle

Anna in Casa: ricette e non solo: Croccante alle mandorle

Non può e non deve mancare, sempre e non solo a Natale…

Ingredienti

500 g di mandorle intere con o senza buccia a piacere
250 g di zucchero semolato
a piacere 5-6 gocce di succo di limone

q.b. di olio di semi 

Procedimento

Prima di iniziare, preparare due fogli di carta forno unti con olio di semi o di riso (giusto un leggero strato); il compito sarà più facile se verserete l’olio su un foglio, coprirete con l’altro foglio e con le mani farete in modo che l’olio si attacchi ad entrambi i fogli.
Accendere il forno a 180°C e foderare una teglia con carta forno. Stendere le mandorle in un solo strato e quando il forno ha raggiunto la temperatura, infornare per 5 minuti.

Intanto una pentola abbastanza capiente iniziare a sciogliere a fiamma bassa lo zucchero con il limone, avendo cura di non far bruciare lo zucchero in modo che non diventi amaro.

Appena lo zucchero completamente sciolto ha raggiunto un colore ambrato, 

aggiungere in un colpo solo le mandorle ancora calde. 

Mescolare in modo che lo zucchero abbracci bene la frutta secca. Fate attenzione alla temperatura eventualmente abbassate la fiamma.

Una volte che le mandorle sono ben ricoperte, versare sulla carta forno precedentemente unta, coprire con l’altro foglio di carta forno unto 

e uniformare in uno strato unico ed omogeneo.
Una volta che lo zucchero si è cristallizzato, con un coltello a lama liscia, tagliate il croccante a strisce larghe circa tre dita e poi a quadretti oppure spezzare il croccante direttamente con le mani.
Potete conservare il croccante freddo in una scatola di latta, durerà per parecchio tempo.

Ricetta Minestra di farro con legumi

Ricetta Minestra di farro con legumi
  • 180 g farro perlato
  • 100 g fave cottora
  • 100 g fagioli occhiolina
  • 100 g roveja
  • 100 g fagioli tondini dell’Umbria
  • 50 g cipolla
  • 50 g carota
  • 50 g sedano
  • 50 g burro
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 1 pezzetto di osso di prosciutto crudoo
  • 1 pezzetto di prosciutto crudo
  • 1 bustina di zafferano
  • basilico
  • pecorino fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per la ricetta della minestra di farro con legumi, mettete a bagno i fagioli, separatamente, per una notte (12 ore).
Tagliate la cipolla, il sedano e la carota a cubetti non troppo piccoli e rosolateli con il burro, l’aglio in camicia, il pezzetto di osso o di prosciutto e l’alloro per circa 3 minuti.
Unite il farro e fate cuocere per circa 15 minuti, poi aggiungete gli altri legumi e lo zafferano, profumate con qualche foglia di basilico e coprite tutto con circa 2 litri di acqua. Proseguite la cottura per circa 30 minuti: le fave si disferanno, mentre gli altri legumi resteranno interi. Regolate, infine, di sale e di pepe.
Distribuite la minestra nei piatti, condite con abbondante pecorino fresco grattugiato e un filo di olio e servite.

Proudly powered by WordPress