Tag: ricette alta cucina italiana

Ricetta Spätzle alla bavarese – La Cucina Italiana

Nel dialetto svevo la parola “spätzle” significa “passerotto”. Questo è anche il fantasioso nome degli gnocchetti a base di farina, uova e acqua o latte originari della Germania meridionale e diffusi in Tirolo, Alsazia, Svizzera, Alto Adige e Trentino

  • 400 g farina 00
  • 300 g formaggio di malga (tipo toma)
  • 150 g latte
  • 5 uova
  • 2 cipolle
  • burro
  • erba cipollina
  • noce moscata grattugiata
  • olio di arachide
  • sale

La variante che vi proponiamo è tipica della cucina contadina dell’Algovia, regione a sud del distretto bavarese di Svevia. Qui, come nel resto della Germania, vengono serviti con piatti a base di carne. In Italia come piatto unico, conditi con panna o burro fuso.

Per la ricetta degli spätzle alla bavarese, amalgamate in una ciotola la farina con le uova, poco sale e 2 g di noce moscata. Incorporate con una frusta, un po’ alla volta, il latte a temperatura ambiente: otterrete un composto abbastanza liquido. Fate bollire dell’acqua in una capiente casseruola.

Affettate sottilmente le cipolle ad anelli e friggetele in abbondante olio finché non diventano dorate. Grattugiate il formaggio di malga. Aiutatevi con l’apposita grattugia da spätzle per creare gli gnocchetti: appoggiate lo strumento sui bordi della pentola e, un mestolo alla volta, versatevi il composto dentro, facendolo ricadere a gocce nell’acqua bollente salata.

Cuocete gli gnocchetti, una volta affiorati in superficie, per 2’ e scolateli. Sciogliete una noce di burro in una padella, poi fatevi saltare gli spätzle finché non diventano leggermente dorati. Incorporate a fuoco spento il formaggio di malga e mantecate per bene. Tagliate qualche filo di erba cipollina in piccoli rocchetti. Servite gli spätzle ben caldi, completando con la cipolla fritta e l’erba cipollina.

I cani possono mangiare la pasta? Qualche consiglio

I cani possono mangiare la pasta? Qualche consiglio

È usanza quando si avanza la pasta, darne un po’ al cane. Ma gli fa bene? La può mangiare? Ecco come comportarsi con Fido

Sulla tavola degli italiani non manca mai un buon piatto di pasta, condita magari con un pesto o un sugo al pomodoro fatto in casa. Ci capita di farne anche di più… E quella che avanza? La diamo domani a Fido. Ma farà bene al nostro cane? È giusto dargli la pasta, soprattutto quella condita?
Son domande legittime che spesso ci poniamo, perché tutti sappiamo che ciò che magari può far bene a noi umani, potrebbe nuocere alla salute del nostro amico a quattro zampe.
Per sgomberare la mente da qualsiasi dubbio in merito, abbiamo preparato un’utile guida con i consigli per una corretta alimentazione del nostro cane: la trovate in parte qui sotto, in parte nella gallery.

Perché dare la pasta al cane?

Il cane è un animale carnivoro, quindi si deve cibare prettamente di proteine e non di carboidrati. Ma ogni tanto completare la sua dieta con l’aggiunta di qualche etto di pasta non gli fa male per due motivi principalmente: se il cane fa molto attività fisica, i carboidrati sono un’ottima fonte di energia e se il cane segue una dieta casalinga, consumare carboidrati la rende equilibrata e completa.

Pasta al cane: quando è pericolosa

Se è la prima volta che dai da mangiare al cane la pasta, osserva come reagisce. Rispettando le dosi consigliate dal veterinario, se dopo aver mangiato presenta episodi di: diarrea, flatulenza, vomito o disturbi digestivi generici, può essere che sia allergico o intollerante.

Pasta al cane: quali sono le razze che dovrebbero evitarla?

Se Fido appartiene a una delle seguenti razze (o a un incrocio di queste), sarebbe meglio evitare di somministrargli la pasta: labrador, carlino, bassotto, beagle, rough collie, bulldog inglese, boxer. Inoltre, meglio evitare la pasta con cani anziani, sterilizzati o comunque molto pigri: i carboidrati potrebbero portare a problemi di sovrappeso o obesità, esattamente come per noi umani.

Leggete nel tutorial altri consigli per dare la pasta ai cani

» Pasta zucca e patate

Misya.info

Innanzitutto pulite zucca e patate e tagliate entrambe a tocchetti piccolini, più o meno della stessa dimensione.

Fate dorare l’aglio con olio e maggiorana in una casseruola.
Unite quindi patate e zucca e lasciate insaporire per qualche minuto.

Eliminate l’aglio, aggiungete sale e pepe, aggiungete acqua fino a coprire abbondantemente gli ortaggi, chiudete con coperchio e fate cuocere per circa 20 minuti.
Unite quindi anche la pasta e portate a cottura (aggiungendo altra acqua se necessario), infine insaporite con il parmigiano.

La pasta zucca e patate è pronta: decorate con altra maggiorana fresca e servite.

Proudly powered by WordPress