Tag: primi veloci

I pizzoccheri dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio e tante altre ricette

I pizzoccheri dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio e tante altre ricette

I pizzoccheri in Valtellina sono una cosa seria, tanto che ne esiste una versione Dop e una ricetta originale

La tradizione povera e contadina della Valtellina si ritrova in un piatto tipico conosciuto e apprezzato in tutta Italia. I Pizzoccheri della Valtellina IGP sono una pasta a base di farina di grano saraceno e la loro origine è nota fin dal 1750. Gelosa custode della ricetta originale di questo piatto tipico è l’Accademia del Pizzocchero di Teglio.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

400 g di farina di grano saraceno
100 g di farina bianca
200 g di burro
250 g di formaggio Valtellina Casera DOP
150 g di formaggio da grattugiare, come il Grana o il Parmigiano
200 g di verze
250 g di patate
uno spicchio di aglio, pepe

Preparazione dei pizzoccheri

Mescolare le due farine, impastarle con acqua e lavorare per circa 5 minuti. Con il mattarello tirare la sfoglia fino ad uno spessore di 2-3 millimetri dalla quale si ricavano delle fasce di 7-8 centimetri. Sovrapporre le fasce e tagliarle nel senso della larghezza, ottenendo delle tagliatelle larghe circa 5 millimetri.

Preparazione del piatto

Cuocere le verdure in acqua salata, le verze a piccoli pezzi e le patate a tocchetti, unire i pizzoccheri dopo 5 minuti (le patate sono sempre presenti, mentre le verze possono essere sostituite, a seconda delle stagioni, con coste o fagiolini).

Mentre la pasta cuoce, friggere il burro con l’aglio lasciandolo colorire per bene.

Dopo una decina di minuti raccogliere i pizzoccheri con la schiumarola e versarne una parte in una teglia ben calda, cospargere con formaggio di grana grattugiato e Valtellina Casera DOP a scaglie, proseguire alternando pizzoccheri e formaggio. Irrorare di burro e, senza mescolare, servire i pizzoccheri bollenti con una spruzzata di pepe.

I pizzoccheri nelle nostre migliori ricette

 

Ricetta Campanelle gratinate – La Cucina Italiana

Ricetta Campanelle gratinate - La Cucina Italiana
  • 100 g farina
  • 80 g burro
  • 50 g Parmigiano Reggiano Dop
  • 10 g olio extravergine di oliva
  • 1 L latte
  • 600 g pasta tipo campanelle
  • 300 g cipolla di Tropea mondata
  • 250 g taleggio
  • 50 g amido di mais
  • zucchero
  • sale
  • pepe

Per la ricetta delle campanelle gratinate, amalgamate il burro, il parmigiano grattugiato, la farina e l’olio. Distribuite il composto in una teglia rivestita di carta da forno e cuocete nel forno ventilato a 190 °C per 15 minuti circa.
PER LA PASTA: Tagliate a fettine sottili la cipolla, salatela e fatela riposare in uno scolapasta per 15 minuti, quindi lavatela, asciugatela e disponetela su una teglia rivestita di carta da forno. Cospargetela con 1 cucchiaio di zucchero ed essiccatela nel forno a 120 °C per 1 ora. Stemperate l’amido di mais in 200 g di latte. Scaldate il resto del latte con un po’ di sale e di pepe, versatevi poi il latte con l’amido di mais, mescolate bene con la frusta, cuocete fino al bollore, unite il taleggio a tocchetti e fatelo sciogliere ottenendo una crema.
Portate a bollore l’acqua per la pasta, salatela e lessatevi le campanelle. Scolatele al dente e conditele con la crema al taleggio. Versatele in una teglia e infornatela a 220 °C per 10 minuti circa, sfornatela e servitela completando con la cipolla e il crumble.

Ricetta Bignè di pollo – La Cucina Italiana

Ricetta Bignè di pollo - La Cucina Italiana
  • 350 g petto di pollo
  • 150 g farina bianca
  • 100 g vino bianco secco
  • un uovo
  • salsa Worcester
  • olio d’oliva
  • sale

Per preparare i bignè di pollo tagliate il petto di pollo a tocchetti, riuniteli in una ciotola e conditeli con qualche goccia di salsa Worcester e con un pizzico di sale. Mettete in un’altra ciotola la farina e stemperatela con il vino; unitevi il tuorlo dell’uovo e un pizzichino di sale. Montate a neve l’albume dell’uovo e mescolatelo delicatamente alla pastella preparata. Tuffatevi i pezzettini di pollo insaporiti e rigirateli in modo che se ne rivestano bene. Scaldate abbondante olio nella padella dei fritti (possibilmente, se ne disponete, in quella fornita di cestello) e friggete i bignè, pochi alla volta, estraendoli quando saranno ben dorati. Appoggiateli via via a sgocciolare su carta bianca da cucina e serviteli subito, caldi, accompagnati da una fresca insalata.

Proudly powered by WordPress