Tag: Pesto

Filetti di merluzzo con pesto e pomodorini

Oggi è giovedì pesce e non gnocchi.

Sinceramente ho difficoltà a scrivere e programmare i miei post rispettando un calendario preciso. Mi sono spesso chiesta quale fosse la strategia migliore per condividerli, ma ancora sono in alto mare e continuo ad andare a sentimento. Una cosa però cerco di fare ed è quella di mettermi nei panni di chi mi segue dando la possibilità di programmare la spesa e procurarsi gli ingredienti. Ecco perchè oggi pesce e non il classico piatto di gnocchi. 

Ingredienti

500 gr di filetti di merluzzo
200 gr di pomodorini
2 cucchiai di pesto pronto
poco più di 1/4 di vino bianco
olio e sale
aglio

Procedimento

Mettere a scaldare in una padella un po’ di olio e imbiondire lo spicchio d’aglio schiacciato, togliendolo prima che sia troppo dorato.
Nel frattempo lavare i pomodorini e tagliarli in 4 spicchi ognuno e versarli in padella con al pesce.
Sfumare con il vino bianco e cuocere a fuoco moderato per una decina di minuti.
Salare leggermente e condire con il pesto, girando i filetti delicatamente per evitare di romperli.
Impiattare e servire subito.

Finta pasta al pesto (senza pasta, con i fagiolini)

Finta pasta al pesto (senza pasta, con i fagiolini)

Fagiolini e pesto, per un primo piatto che aiuta la linea e inganna la voglia di carboidrati

Quando si prepara una pasta con le verdure, per stare attenti alla linea, si cerca di aumentare la dose di vegetali talmente tanto che la pasta diventa quasi un contorno: perché non eliminarla del tutto? Nulla contro i carboidrati, ma dopo i banchetti delle feste, nel tentativo di stare in forma, limitarsi aiuta a compensare gli strappi alla regola.Uno dei piatti furbi che vengono in aiuto è questa finta pasta al pesto, finta perché non c’è la pasta!

Sbollenta, e condisci

Si prepara velocemente grazie d una busta di fagiolini surgelati – che certo, non sono freschi come quelli della primavera, ma aiutano. E poi hanno il formato degli ziti o delle penne, e si lasciano masticare, aumentando il senso di sazietà.
Li si sbianchisce in acqua salata per qualche minuto, poi si scolano quando sono ancora croccanti e li condisce con pesto al basilico, pesto di noci, burro e formaggio – una noce di burro non ha mai fatto male a nessuno e i grassi servono, anche quando si è a dieta.

Il risultato è un piatto che ha il sapore di una ricetta tradizionale, ma è molto più leggero.
E per compensare gli stravizi, aiuta.

Trofie al pesto: la vera ricetta ligure

Trofie al pesto: la vera ricetta ligure
  • 350 g Trofie fresche
  • 30 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 g Pecorino sardo grattuggiato
  • 12 g Pinoli
  • 25 Foglie di basilico
  • Aglio
  • Olio extravergina di oliva
  • Sale grosso
  • 1

    Lavate e asciugate il basilico. Pestate nel mortaio alcune foglie, aggiungendo via via le altre, in
    questo modo sarà più semplice sminuzzarle.
    Aggiungete i pinoli, pochi alla volta, quindi uno spicchio di aglio a fettine e un pizzico di sale grosso.
    Riducete in poltiglia gli ingredienti.
    Unite i formaggi e mescolate bene. Versatea a filo 40 g di olio, lavorando il pesto finché non sarà
    omogeneo e di una consistenza compatta.

  • 2

    Portate a cottura la pasta in acqua bollente salata. Diluite il pesto con un cucchiaio
    di acqua di cottura per renderlo più cremoso, poi scolate la pasta e conditela con il pesto, completando a piacere con foglie di basilico intere e formaggio appena grattugiato.

    Il pesto perfetto, idealmente, richiede foglie di basilico di Pra’ (prodotto Dop), un quartiere di Genova, olio extravergine di oliva della Riviera Ligure, delicato, e aglio di Vessalico (Imperia), meno forte e più digeribileMa fondamentale è l’utilizzo del mortaio e del pestello.

Guarda altre ricette con il pesto

Quando si dice pesto, si pensa immediatamente alle trofie, il formato di pasta più classico da abbinare alla ricetta ligure con patate e fagiolini. Ma fra i piatti più amati con il pesto ci sono anche i testaroli, tipici della Lunigiana: una ricetta contadina che si prepara tradizionalmente in contenitori in ghisa chiamati testi, da cui il nome.

Il pesto alla genovese è perfetto anche per condire un altro must della cucina italiana: provate la nostra ricetta delle lasagne al pesto, non tornerete più indietro!

Proudly powered by WordPress