Tag: pasta

Pasta sfoglia: come farla con il nostro tutorial

Pasta sfoglia: come farla con il nostro tutorial

Per preparare la pasta sfoglia servono 2 impasti di base, chiamati pastello e panetto. Partendo da pari peso di farina e burro, si lavora tutto il burro insieme a una piccola parte di farina, ottenendo il panetto. La restante farina impastata con l’acqua dà il pastello, che servirà ad avvolgere il panetto. Fondamentale per la buona riuscita della sfoglia è la lavorazione, che prevede diverse stesure e piegature (i giri), per ottenere la struttura a foglietti che la rende così caratteristica. Normalmente si fanno 3 giri se la pasta è piegata in 4 oppure 4 giri se è piegata in 3.

Pasta sfoglia: da sapere

Esiste anche un metodo francese che, al posto del panetto di burro e farina, utilizza burro puro, in pari peso rispetto al pastello di farina e acqua.

Il panetto

Lavorate piuttosto velocemente il burro con la farina, per evitare di riscaldare troppo il grasso.

Il trucco dei “buchi”

Per ricordarvi quanti giri avete fatto, prima di riporre il panetto in frigo per il riposo potete fare un piccolo buco con un dito nell’impasto.

La consistenza della pasta sfoglia

Fate in modo che il panetto e il pastello abbiano più o meno la stessa morbidezza quando cominciate la lavorazione: se il panetto è troppo duro, strappa il pastello; se è troppo morbido, si stende in modo disomogeneo.

I vol-au-vent

Nella preparazione di vol-au-vent, sovrapporre due sfoglie dopo avere pennellato di acqua la prima. 6. Poi ritagliare dei dischi e inciderne la superficie con un tagliapasta più piccolo.

Cosa fare con gli avanzi

I ritagli della sfoglia non vanno mai impastati, ma semplicemente sovrapposti e stesi nuovamente. Non riutilizzarli per la preparazione di vol-au-vent.
Con i ritagli si possono preparare i “sagrestani”, da accompagnare all’aperitivo o guarnire le minestre: cospargere la pasta stesa sottile con grana, sale e pepe, poi piegarla 3 volte, tagliarla in strisce da attorcigliare e cuocere in forno a 190 °C. 9. Con la pasta sfoglia e i suoi eventuali ritagli si possono anche preparare dei cannoli, sia salati sia dolci.

come-fare-la-pasta-sfoglia

Sfoglia la gallery

12 idee per condire la pasta

12 idee per condire la pasta

Questi crostacei sono perfetti per creare il condimento di un primo piatto estivo: provate a portarli in tavola con queste ricette!

Gamberi o gamberetti è una questione di centimetri: i secondi, come suggerisce il nome, sono più piccoli. Carnosi, saporiti ma in modo delicato, veloci da pulire e da cuocere, sono entrambi ideali per preparare un condimento estivo per la pasta. Qui trovate qualche informazione utile per sceglierli, invece qui quali sono i loro valori nutrizionali e le loro proprietà.

Il formato è libero

Non resta che cucinarli! Come? Per il formato di pasta potete sbizzarrirvi: va bene sia lunga (spaghetti, tagliatelle, linguine), che corta (penne, farfalle, paccheri). E basta una pasta in bianco condita con un po’ d’olio, qualche gamberetto, un’erba aromatica e una spruzzata di limone per portare in tavola un piatto completo e gustoso.

pasta-con-gamberetti

Idee per il condimento

Se invece avete tempo di arricchire la preparazione, sfogliate la gallery e troverete tante ricette cui ispirarvi: abbinate la rucola, i carciofi, le melanzane, fate un pesto di ortaggi o uno di pistacchi, aggiungete un sugo di pomodoro o pomodorini freschi, utilizzate i gamberi anche crudi, marinati, oppure uniteli a un altro tipo di pesce come il nasello.

Le nostre ricette

Spaghetti integrali gamberi e rucola; Farfalle ai gamberetti; Tagliatelle al sugo di gamberi; Tagliatelle ai gamberi e carciofi; Paccheri ai gamberi; Penne con nasello e gamberetti; Pennone e gamberetti al pesto di ortaggi; Pasta ai gamberi, pomodoro e caffè; Linguine con due creme e gamberi marinati; Maltagliati con gamberi; Spaghettoni di melanzana con gamberi e pomodori; Paccheri al pesto di pistacchio e gamberi.

» Pasta con melanzane e ricotta

Misya.info

Innanzitutto mondate le melanzane, tagliatele a cubetti piccolini e cuocetele in padella antiaderente con olio e poco sale.

A parte, preparate un sugo di pomodoro facendo soffriggere l’aglio nell’olio e poi, eliminato l’aglio, cuocendo la passata per 10-15 minuti.
Quando le melanzane saranno ben dorate e il sugo si sarà un po’ ristretto, aggiungete il sugo alle melanzane e fate insaporire per qualche minuto.
Nel frattempo cuocete la pasta, scolatela ben al dente, aggiungetela nella padella del condimento insieme con la ricotta, aggiustate di sale e mescolate.

La pasta con melanzane e ricotta è pronta: decorate con basilico fresco e servite subito.

Proudly powered by WordPress