Tag: Panna

» Frittelle alla panna – Ricetta Frittelle alla panna di Misya

Misya.info

Innanzitutto montate benissimo le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Incorporate prima panna, rum e vaniglia, poi anche farina e lievito setacciati.

Dovrete ottenere un composto liscio ma piuttosto denso, quasi come una frolla montata.

Aiutandovi con un paio di cucchiai, formate delle palline (o delle quenelle, se preferite) e friggetele in olio ben caldo, girandole per farle dorare in maniera uniforme.
Man mano che sono pronte, sollevatele con una schiumarola e lasciatele su carta da cucina.

Le frittelle alla panna sono pronte, spolverizzatele di zucchero a velo e servitele subito.

La ricetta dei maritozzi… con la panna

La ricetta dei maritozzi... con la panna

Chi sa resistere a morbidi e dolci pagnotte farcite con panna montata? Provatele a colazione o a merenda

Dicesi «maritozzo» un dolce di origini laziali che sembra un panino al latte per la consistenza morbida e per il colore, ma è più dolce e ricoperto di zucchero.
Si tratta di una piccola pagnotta lievitata a base di farina, uova, olio e malto (o miele), molto golosa da mangiare sia semplice che farcita. A Roma viene spaccato a metà e farcito con abbondante panna montata.
In molte ricette vengono aggiunti all’impasto anche uvetta, scorzette di arancia candite o gocce di cioccolato, ma in genere i maritozzi hanno un impasto semplice e sono già molto buoni così.

Come farcire un maritozzo

Dicevamo che il classico maritozzo romano viene farcito con una generosa quantità di panna al centro.
In pratica, una volta sfornato, si lascia raffreddare un po’ e poi si taglia a metà e con una sacca da pasticceria, o con una spatola, si aggiunge la panna fresca leggermente zuccherata e montata. I più golosi aggiungono anche la Nutella!
Potete decorare il maritozzo con la panna anche con fragole o frutti di bosco per renderlo ancora più invitante e più bello da servire. Il maritozzo è ottimo con la marmellata e in questo modo è perfetto per la colazione e la merenda dei bambini.

La ricetta del maritozzo

Per prima cosa preparate il lievitino mescolando 15 g di lievito di birra in 50 g di latte tiepido. Aggiungete poi 30 g di zucchero, un cucchiaio di malto o miele e 30 g di farina 00. Lasciate riposare tutto per 30 minuti.
A parte mescolate un uovo, 100 g di zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone, 1 bustina di vanillina, 125 g di olio di semi di girasole, 200 g di latte tiepido e il lievitino. Aggiungete 200 g di farina manitoba e 250 di farina 00 poco alla volta e lavorate tutto a mano o con una planetaria utilizzando il gancio. Se volete potete aggiungere a questo punto anche uvetta, canditi o cioccolato.
Una volta pronto l’impasto lasciatelo lievitare per tre ore.
Preparate poi i maritozzi prelevando poco impasto alla volta e formando delle pagnotte leggermente allungate o perfettamente tonde seconda delle vostre preferenze. Lasciatele lievitare su una placca da forno rivestita con carta forno per 30 minuti e poi spennellatele con acqua e zucchero e cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti.
Una volta pronti spolverizzateli con dello zucchero a velo o spennellateli con poco miele diluito in acqua e cospargeteli di zucchero semolato.
Potete conservarli ben coperti per circa due giorni e resteranno morbidissimi.

Ricetta Tagliatelle ai funghi porcini (senza panna!)

Ricetta Tagliatelle ai funghi porcini (senza panna!)

Il piatto perfetto per questo mese! Nessuno può resistere alle tagliatelle ai funghi

  • 500 g Funghi porcini
  • 250 g Tagliatelle secche
  • 4 pz Noci
  • 2 pz Scalogni
  • Grana grattugiato
  • Limone
  • Menta
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

Per la ricetta delle tagliatelle ai funghi porcini, mondate i funghi porcini, spazzolandoli in modo da eliminare gli eventuali residui di terra, poi affettateli in fettine sottili.

Sgusciate le noci e sbriciolate grossolanamente i gherigli. Tritate una decina di foglie di menta e riducete in filetti sottili la scorza di mezzo limone. Affettate molto finemente gli scalogni e rosolateli per un paio di minuti, in una padella di grosse dimensioni, velata di olio.

Poi unite le fettine di fungo e proseguite nella cottura per altri 5-6′. Salate, pepate, unite il trito di menta e i filetti di scorza e dopo 1′ spegnete. Distribuite sul fondo di un’altra padella antiaderente calda (diam 26 cm) uno strato non troppo sottile di grana.

Cuocetelo fino a quando non inizia a diventare dorato, ci vorranno 1-2′ al massimo (non prolungate troppo il tempo perchè altrimenti prende gusto di bruciato), poi spegnete e lasciate riposare per meno di 1′, staccate con una paletta dal fondo e fate raffreddare completamente (grana croccante).

Lessate le tagliatelle al dente, poi scolatele nella padella dei funghi e saltate tutto per 1′. Completate ogni piatto con il grana croccante sbriciolato e i gherigli di noce. Servite subito.

Proudly powered by WordPress