Tag: libro ricette

» Biscotti bustine da te

Biscotti bustine da te

In una planetaria mettete il burro tagliato a cubetti con lo zucchero e la vaniglia e lavorate fino ad ottenere una crema.
Aggiungete l’uovo poi il sale e lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Unite ora la farina integrale e la farina 00 ed un pizzico di lievito ed impastate fino ad ottenere un panetto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per 3 ore.


Stendete ora con il mattarello la pasta frolla su un piano infarinato fino ad ottenere uno spessore di 5 mm.
Con l’aiuto di un coltello ritagliate dei rettangoli, quindi smussateli su due angoli per creare la classica forma a bustina di tè .

Trasferite le bustine su una teglia coperta di carta da forno e, utilizzando uno stecco di legno, praticate un foro nella parte superiore di ogni bustina.
Cuocete i biscotti in forno statico a 180° per 12/14 minuti. Una volta sfornati, lasciate raffreddare.

Nel frattempo attaccate delle etichette di cartoncino ad un filo di spago e infilatelo nel buchetto nel biscotto. Poi fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato.


Quindi intingete la parte inferiore di ciascun biscotto nel cioccolato, ponete i biscotti su un foglio di carta da forno e lasciateli asciugare per 5-10 minuti.

I vostri biscotti bustine da te sono pronti per essere servite.

TAGS: Ricetta Biscotti bustine da te | Come preparare Biscotti bustine da te | Biscotti bustine da te ricetta 

La ricetta friulana Brovada e muset

La ricetta friulana Brovada e muset

È un piatto che rappresenta la storia dell’enogastronomia friulana. Origini molto antiche e sapore deciso. Una ricetta della tradizione per il vostro menu di Natale

Se ne parlava già nell’antico ricettario di Apicio. Da qualche anno è un prodotto tutelato da marchio DOP: è la “bruade”, nel dialetto friulano, la rapa bianca dal colletto viola. E a Natale si gusta con il “muset”, un insaccato simile al cotechino.

Rapa e vinaccia, come nasce la brovada

E se a Natale quest’anno proporreste ai vostri ospiti un piatto tipico a base di squisite radici? Sì, stiamo parlando delle rape bianche dal colletto viola che, attraverso un antico e tradizionale lavoro di fermentazione nella vinaccia, sono un tesoro dell’enogastronomia friulana. Ecco come nasce la brovada: le rape, dopo esser state raccolte, vengono private delle foglie esterne e poste in dei tini. Si ricoprono con la vinaccia di uva nera, un po’ di sale, acqua mista a vino o aceto. Quindi si lasciano fermentare dai 40 ai 60 giorni e assumono il caratteristico colore rosato. Il sapore è meno pungente della rapa fresca e l’aroma naturalmente è di vinaccia. Dopo averle lavorate vengono lavate, grattugiate e confezionate in buste. La brovada nasce dall’antica esigenza di conservare le rape per l’inverno. Il piatto tipico, immancabile nel periodo natalizio sulle tavole friulane, è la Brovada e muset (o musetto, che è un insaccato tipico, simile al cotechino). La tradizione esige l’uso della brovada DOP. La si usa sia per accompagnare le carni ma anche come ingrediente per zuppe o piatti unici a base di verdure.

La ricetta: Brovada e muset

Ingredienti

500 grammi di rape fermentate
2 musetti – cotechini del Friuli
3 spicchi di aglio
4 foglie di alloro
Brodo vegetale
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe

Procedimento

Portate a bollore nell’acqua fredda i musetti. Abbassate la fiamma lasciando sobbollire per 90 minuti. In un tegame soffriggere l’aglio e le foglie di alloro. Versate la brovada con un po’ di brodo vegetale e mettete il coperchio per 90 minuti. Aggiungete sale, pepe e un pizzico di farina bianca per addensare. Unite i musetti alla brovada e lasciate cuocere per 30 minuti. Servite caldo.

Crepes ai 4 formaggi e noci

Le crepes con formaggi e noci sono un primo piatto ricco e saporito che non potete lasciarvi sfuggire. Perfette per le occasioni speciali, queste crespelle potranno essere servite anche durante un pranzo con ospiti vegetariani. Tutto ciò che vi servirà per realizzare questo piatto sono delle crepes, che potrete fare anche il giorno prima e dei formaggi a vostra scelta, nel mio caso 4: gorgonzola, fontina, scamorza e parmigiano 😛 Stamattina mi sono svegliata all’alba e sono di corsissima, Elisa […]

Proudly powered by WordPress