Tag: farla

Maionese: 12 regole per non farla impazzire

Maionese: 12 regole per non farla impazzire

La maionese è più buona se fata in casa. Ha proprio tutto un altro sapore. Attenzione, però, a non commettere errori.

Non esisterebbero l’insalata russa, le tartine, il vitel tonnè, l’insalata di riso e tante altre cose buonissime se non ci fosse la maionese!
La maionese è super versatile e sta bene un po’ con tutto. Può accompagnare un semplice pesce bollito, ma anche della carne bianca o delle verdure e rende più morbide tutte le salse.

* Ti potrebbe interessare: LA RICETTA DELLA MAIONESE

C’è poco da fare, quella preparata in casa è diversa, più buona, più gustosa, più genuina. Chi è abituato a quel sapore inconfondibile, difficilmente si accontenta di quella comprata.
Pochissimi ingredienti e un risultato “quasi” assicurato. Si perché per quanto ci si possa concentrare, capita a volte che la maionese impazzisca.

Quanti errori si possono commettere nella preparazione della salsa più famosa del mondo? Tanti. Ma a errore c’è soluzione, ecco come non far impazzire la maionese con i nostri consigli 

Frutta secca caramellata…. dolcezza d’inverno! Ecco come farla

Un peccato di gola da sgranocchiare sul divano o un regalo handmade per Natale da portare ad amici e parenti. La ricetta

Durante la stagione fredda, affondati sul divano con una copertina calda, magari davanti al camino, non c’è niente di più goloso che gustarsi una cioccolata calda o sgranocchiare del croccante o delle mandorle zuccherate. E la frutta secca caramellata non è solo uno snack squisito, ma può essere anche un ingrediente per altri dolci come una torta.

Caramellare la frutta è, inoltre, un processo molto facile che potrete realizzare nelle vostre cucine, facendo divertire anche i più piccoli. Inoltre, quando siete invitati a casa di amici o parenti, la frutta caramellata potrà diventare un simpatico regalo, insieme a una bottiglia di vino, per fare un’ottima figura con un pensiero originale.

Quale frutta secca caramellare?
Potrete sbizzarrirvi con la fantasia perché caramellare la frutta secca non ha limiti. Scegliete in base al vostro gusto, spaziando fra mandorle, noci, nocciole, noccioline, anacardi, pistacchi.
Ma in che cosa consiste la caramellizzazione della frutta secca? È un processo che avviene unendo zucchero e frutta, facendo cuocere il tutto sul fornello per poi farlo raffreddare.

frutta-secca-caramellata

Come fare la frutta secca caramellata

Ingredienti

– 150 g di zucchero
– 50 g di acqua
– q.b. di frutta secca (a scelta)

Procedimento

a) Versate l’acqua in una casseruola e aggiungete poi lo zucchero.
b) Accendete il fuoco e lasciate sciogliere lo zucchero a fiamma moderata (non deve cristallizzarsi).
c) Cuocete, senza mescolare, lo zucchero finché assume la colorazione caramello (quasi bruno);
d) Per creare il classico croccante inserite la frutta secca nella casseruola mescolando il tutto velocemente per evitare che il caramello bruci e la frutta si attacchi al tegame (la colorazione non deve diventare mai marrone scura, segno che il caramello sta bruciando).
e) Spegnete il fornello e distribuite il composto di caramello e frutta sul foglio da carta da forno in modo che si raffreddi.
d) Una volta raffreddata la frutta secca caramellata, potete dividerla in blocchi per formare i classici pezzi di croccante.

In caso non vogliate creare il classico croccante, potete immergere i singoli pezzi di frutta secca o più pezzi per poi farli asciugare su carta da forno.

Per conferire alla ricetta un gusto salato basterà aggiungere un pizzico di sale.

La frutta secca caramellata si conserva per lungo tempo in un barattolo di latta con chiusura ermetica.

I consigli per preparare il croccante

Sfoglia la gallery

Come fare la frutta secca pralinata

Con lo zucchero è possibile preparare anche la frutta secca pralinata.
Attenzione: c’è una certa somiglianza col croccante, solo che “pralinata” significa che ogni nocciolina o mandorla ha un guscio piuttosto sottile e croccante di zucchero. Il croccante, invece, è una barretta con molto più caramello e assume una consistenza più dura.

Ingredienti

– 500 g di frutta secca (a scelta)
– 500 g di zucchero
– 50 g di
acqua

Procedimento

a) In un tegame inserite acqua, zucchero e frutta secca a scelta e, dopo aver acceso la fiamma, iniziate a mescolare.
b) Raggiunto il bollore, l’acqua inizierà a scarseggiare e per circa 5 minuti dovrete mescolare ininterrottamente fino a che tutta l’acqua sarà asciugata.
c) A questo punto bisogna continuare a mescolare finché lo zucchero sarà ben attaccato alla frutta secca, ma spegnete la fiamma per evitare che bruci.
N.B.: quando l’acqua sarà asciugata è importante spegnere la fiamma per evitare che lo zucchero caramellizzi di nuovo. Se dovesse succedere, basterà aggiungere un po’ di zucchero e mescolare a fuoco spento.

La frutta pronta dovrà essere posta su della carta da forno per raffreddare.

 

Catalogna Alla Parmigiana

Mondate la catalogna accuratamente, tagliatela per il lungo, lavatela e sgocciolatela. Portate a ebollizione abbondante acqua salata, unitevi la catalogna e fatela cuocere per 20 minuti. Scolatela, lasciatela intiepidire, quindi tagliatela a pezzetti e strizzatela bene. Soffriggete il burro in un tegame, unite la catalogna facendola insaporire per qualche minuto e rigirandola con un cucchiaio di legno. Aggiungete la noce moscata grattugiata, sale e pepe. Cuocete la catalogna ancora per 10 minuti, irrorandola di tanto in tanto con qualche cucchiaio di brodo per non farla asciugare troppo. Aggiu…

> Leggi tutto

Proudly powered by WordPress