Tag: cucina vegetariana

» Polenta taragna – Ricetta Polenta taragna di Misya

Misya.info

La polenta taragna è un primo piatto tipicamente autunnale-invernale caratteristica della Valtellina. Si tratta di una sorta di polenta scura, resa tale grazie alla presenza di farina di grano saraceno, uno dei presidi Slow Food della Valtellina, che trovate infatti anche nei pizzoccheri. Il suo nome deriva dal termine dialettale: tarél, che indica il nome del bastone in legno che serviva anticamente  per rimescolare la polenta nel paiolo di rame in cui veniva cucinata la polenta.

A me piace molto con queste proporzioni, ma se preferite un gusto meno deciso, variate le proporzioni tra farina gialla e farina scura. Il risultato sarà sempre un piatto saporito, sostanzioso, rustico: un comfort food perfetto per corroborarsi dai primi freddi! Nella polenta taragna il formaggio utilizzato è di solito il Casera, ma viene usato anche il Bitto o il taleggio, io ho usato della fontina.

Innanzitutto unite le due farina e mischiatele.
A parte, eliminate la crosta dalla fontina e tagliatela a dadini.

Mettete l’acqua e un filo d’olio in una casseruola, portate a ebollizione, salate e versate la farina a pioggia, mescolando con una frusta.
Continuate la cottura sempre mescolando, in modo da non far attaccare la polenta al fondo, finché la polenta non sarà cotta (controllate i tempi di cottura della farina che avete usato: di solito per quella istantanea bastano 10 minuti).
Spegnete il fuoco e mantecate con burro e formaggio, continuando a mescolare.

La polenta taragna è pronta: servitela ben calda.

» Pancake coreani – Ricetta Pancake coreani di Misya

Misya.info

Innanzitutto preparate l’impasto: versate in una ciotola il latte, e scioglieteci dentro zucchero e lievito.
Unite quindi la farina e poi anche il sale e lavorate per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un impasto morbido ma omogeneo.

Mettete l’impasto in una ciotola leggermente unta, coprite con pellicola e lasciate lievitare per circa 3 ore in un posto caldo.

Nel frattempo preparate il ripieno, semplicemente unendo in una ciotola lo zucchero di canna con cannella, semini di vaniglia e pinoli.

Quando l’impasto sarà almeno raddoppiato, prendetene un panettino per volta (dovranno venirvene circa 12), schiacciatelo per bene, farcitelo con un po’ di ripieno, quindi richiudete l’impasto, cercando di schiacciarlo un po’, senza però far uscire la farcitura.

Fate scaldare dell’olio in una padella antiaderente, quindi iniziate a cuocere i pancake, cercando di schiacciarli un po’ con una spatola durante la cottura, in modo che mantengano una forma un po’ appiattita.
Cuocete a fiamma medio-bassa fino a doratura, quindi girate con la spatola e cuocete anche il secondo lato.

I pancake coreani sono pronti, serviteli subito, in modo che il ripieno non si solidifichi.

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccine con o senza Bimby – ricetta passo passo

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccine con o senza Bimby - ricetta passo passo

 

Che ne dite di preparare le focaccine? 

Provate questa ricetta facile facile da preparare con o senza il Bimby, seguendo la mia ricetta passo passo.

Ingredienti

500 g di farina 0
300 ml di latte
1/2 cubetto di lievito
50 g di olio
10 g di zucchero
10 g sale

Procedimento  senza Bimby

Scaldare il latte appena (temperatura al dito), aggiungere l’olio, il lievito, lo zucchero e mescolare bene, fino a sciogliere completamente il lievito. Unire la farina, il sale e impastare a mano o con la planetaria fino ad ottenere un composto morbido ma ben amalgamato.

Procedimento con Bimby

Nel boccale, versare il latte e scaldarlo a 37° per 2 minuti a velocità 1. Aggiungere l’olio, il lievito, lo zucchero e azionare per 40 secondi a velocità 2. Unire la farina, il sale e impastare con programma spiga per 2 minuti.

Ad impasto pronto

lavorarlo fino a formare un panetto,

e metterlo in una ciotola infarinata; 

coprire con pellicola trasparente o con cuffiette di plastica e 

mettere a lievitare fino al raddoppio.

Trascorso il tempo di lavorazione, 

stendere l’impasto sulla spianatoia infarinata, 

allargandola con le mani, magari senza utilizzare il mattarello.

Tagliare a quadrati

e formare da ognuno delle panetti tondi.

Posizionare i panetti sulle teglie foderate di carta forno e

rimettere a lievitare per una mezz’ora circa.

Scaldare il forno a 200°.

Con i polpastrelli formare i classici “buchetti”,

e spennellare con un’emulsione di acqua e olio in pari quantità e salare.

Infornare per 15-20 minuti, controllando di tanto in tanto 

per evitare che si dorino troppo in superficie.

A piacere aggiungete olive prima di infornare 😋😋

Proudly powered by WordPress