Tarte Tatin salata: tutte le ricette

Tarte Tatin salata: tutte le ricette

Pomodori, formaggio, cipolle o patate: ecco come trasformare un classico dessert in un piatto perfetto per l’aperitivo o come secondo

Chi ha detto che i dolci non possano diventare salati? È il caso della tarte tatin, uno dei dolci più famosi al mondo, nato ad inizio ‘900 per un errore delle sorelle Tatin che misero le mele sotto la pasta brisée, realizzando una sorta di torta di mele al contrario. Oltre alle numerose varianti che prevedono l’utilizzo di altri tipi di frutta, non manca la possibilità di preparare una ottima tarte tatin salata da servire a un buffet o come antipasto per un gustoso aperitivo.

Tarte tatin salata alle cipolle.
Tarte tatin salata alle cipolle.

Tarte Tatin salata con cipolle rosse

Tra le varianti salate più famose c’è quella che ha come protagoniste, al posto delle mele, le cipolle rosse, che assumono un sapore agrodolce grazie alla presenza dello zucchero di canna. Pulite 6 cipolle e altrettanti scalogni e tagliateli in fette spesse circa un centimetro. Caramellatele in padella con 50 g di burro, un cucchiaio di zucchero di canna e aggiungendo anche una spruzzata di aceto. Preparate la tortiera rivestendo il fondo con carta da forno leggermente umida. Poi disponete le cipolle e gli scalogni in cerchi concentrici, andando a coprire tutta la superficie della tortiera. Stendete quindi la pasta brisée, coprendo le cipolle e abbassando bene sui bordi; eliminate la pasta in eccesso e infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Una volta cotta, capovolgete la torta su un piatto di portata, così da avere le cipolle nella parte superiore.

Tarte Tatin con le patate

Gustosa e robusta è la versione della tarte tatin salata con le patate. Come prima cosa, sbucciate e affettate finemente 3-4 patate. Imburrate poi lo stampo della tortiera e versate dello zucchero su tutta la superficie, aggiungendo anche generose manciate di rosmarino tritato. Sistemate quindi le fette di patate a raggiera, salate e condite con del parmigiano reggiano grattugiato. Ricoprite con la pasta brisée ben stesa, chiudete i bordi e cuocete in forno caldo per 30 minuti a 180°. Tirate fuori dal forno, lasciate intiepidire e poi capovolgete la torta per servirla.

Tarte Tatin con pomodori e feta

Quella con pomodorini e feta è una rivisitazione della tarte tatin salata davvero sfiziosa. Prendete circa 500 g di pomodori ciliegino, sciacquateli e tagliateli a metà, trasversalmente al picciolo: spremeteli quindi in una ciotola per eliminare semi e succo, poi passate il succo al setaccio per trattenere i semi. In una padella con diametro di 24 cm, adatta anche alla cottura in forno, fate soffriggere per un paio di minuti aglio, olio e timo. Mettete poi i pomodorini in padella, uno accanto all’altro, disponendoli in cerchi concentrici con la parte tagliata verso l’alto. Condite con sale, un paio di cucchiai di zucchero di canna e altri due di aceto balsamico. Aggiungete pepe e origano, poi unite il succo di pomodoro che avevate tenuto da parte e liberato dai semi. Cuocete per 20 minuti a fuoco basso: spento il fuoco, cospargete sopra ai pomodorini 60 g di feta a tocchetti e 30 g di mollica di pane sbriciolata. Coprite il tutto con con la pasta brisée ben stesa, pressando sui bordi ed eliminando la parte in eccesso, poi cuocete in forno preriscaldato per circa 30 minuti a 180°. Tirate fuori dal forno, lasciate intiepidire qualche minuto e poi rovesciate la torta su un piatto da portata.

La pasta brisée

In generale, il procedimento per realizzare una tarte tatin, dolce o salata che sia, prevede la preparazione della pasta brisée o, in alternativa, della pasta sfoglia. Per quanto riguarda la pasta brisée, potete acquistarla in rotoli già pronti al supermercato oppure farla in casa utilizzando 200 g di farina, 100 g di burro, acqua fredda e sale. Lavorate il burro freddo a pezzetti con la farina, strofinando gli ingredienti fra le mani per ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa. Aggiungete quindi un pizzico di sale e versate acqua fredda (circa 70 ml) un po’ alla volta, lavorate l’impasto velocemente, con la punta delle dita, continuando fino a ottenere una pasta liscia e soda. Fate quindi riposare l’impasto in frigorifero, avvolgendolo in pellicola trasparente. Dopo almeno un’ora, sarà pronto per essere steso e utilizzato per la vostra tarte tatin.

E qui altre tarte tatin salate di La Cucina Italiana

 

 

Ricette Simili da Leggere:

Proudly powered by WordPress