Mandorle pralinate. Una tira l’altra

Mandorle pralinate. Una tira l'altra

Quando inizi con una poi noi riesci a smettere. Sono le mandorle pralinate o, se preferite, potete chiamarle mandorle atterrate, addormenta suocera, sassi d’Abruzzo

Quando inizi con una poi noi riesci a smettere. Forse non esiste uno snack dolce più buono delle mandorle atterrate.

Si preparano con soli due ingredienti: le mandorle e lo zucchero

Nella tradizione dell’Italia centro-meridionale nel periodo che precede e segue il Natale si cucinano le mandorle pralinate, meglio note come mandorle atterrate o addormenta suocera: una ricetta facilissima e molto veloce da preparare e tutta da sgranocchiare. Si tratta di mandorle cotte nello zucchero che diventano glassate fino a somigliare a dei piccoli sassolini, tanto che in Abruzzo sono chiamate anche sassi d’Abruzzo. Possono essere aromatizzate con limone o cannella e nella versione più golosa sono arricchite con il cacao o il cioccolato. Si chiamano addormenta suocera perché nella tradizione si portavano in dono alle suocere non solo per addolcirle, ma anche per tenerle impegnate mentre i fidanzati si concedevano un po’ di intimità.

La ricetta delle mandorle atterrate 

Per preparare le mandorle pralinate dovete utilizzare circa 150 g di mandorle; con o senza pellicina è indifferente. Mettetele in una pentola di alluminio con 120 g di zucchero e 40 g di acqua e accendete i fornelli a bassa temperatura. Mescolate continuamente fino a quando lo zucchero inizierà a sciogliersi e assumerà una consistenza sabbiosa e un colore rosato. Vuol dire che è arrivato alla giusta temperatura.
Spegnete il fuoco e sistemate le mandorle sulla carta forno distanziate l’una dall’altra a raffreddare.
Se lascerete sciogliere completamente lo zucchero questo si caramellizzerà diventando ambrato e a questo punto otterrete delle mandorle caramellate, altrettanto buone, ma diverse dalla ricetta che i stiamo proponendo.

Mandorle atterrate pugliesi 

In Puglia, oltre a questa ricetta, esiste una variante delle mandorle atterrate molto più golosa a base di mandorle tostate e cioccolato fuso. Basta mescolare tutto insieme e poi realizzare dei piccoli mucchietti da lasciar raffreddare all’interno di pirottini di carta. Sono dei dolcetti davvero deliziosi e molto belli da portare a tavola con il caffè.

Qualche variante 

Potete rendere le vostre mandorle atterrate più belle e di colore rosa aggiungendo in cottura qualche goccia di alchèrmes.
Se amate il gusto e il profumo della cannella potete aggiungerne un po’ insieme allo zucchero e all’acqua, mentre è perfetto il cacao se le preferite scure e leggermente amare.
Qualcuno aggiunge anche qualche goccia di succo di limone per mantenere più lucido e brillante il colore dello zucchero pralinato.

Ricette Simili da Leggere:

Proudly powered by WordPress