Autore: admin

» Scarole con uovo – Ricetta Scarole con uovo di Misya

Misya.info

Innanzitutto mondate la scarola, lavatela, trasferitela, ancora grondante d’acqua, in una padella antiaderente, chiudete con il coperchio e fatela appassire, lasciando asciugare l’acqua.

Preparate un soffritto con aglio, olio, capperi e olive, quindi unite anche la scarola, fate insaporire per qualche minuto e aggiustate di sale.

Create 2 piccoli incavi nelle scarole e rompeteci dentro le uova, cercando di non far rompere i tuorli, quindi chiudete con coperchio e cuocete un paio di minuti, a seconda di quanto volete che il tuorlo sia cotto.

Tutto qua: le scarole con uovo sono pronte.

Pizza al cucchiaio con 12 ore di lievitazione

Pizza al cucchiaio con 12 ore di lievitazione

Pronti tutti per la pizza del fine settimana?

Se volete provare una ricetta diversa e facile da preparare, seguite il mio post passo passo e poi ditemi cosa ne pensate.

Ingredienti

500 g di farina 0
400 g di acqua gassata
12 g di lievito di birra fresco

 

Procedimento

Io preparo l’impasto al mattino. Il tardo pomeriggio lo tolgo dal frigorifero, lascio continuare la lievitazione a temperatura ambiente e poi stendo un’ora prima di cuocere la pizza.

Potete anche preparare l’impasto la mattina o la sera prima, in questo caso diminuire i grammi di lievito di birra della metà.

 

 In una ciotola capiente versare la farina e mescolarla bene con una frusta.

 

 

Sciogliere in 350 ml di acqua il lievito 

 

 e poi versare il tutto nella farina, in un colpo solo.   

 

Mescolare con un cucchiaio 

 

I 50 ml di acqua rimasti

 

versarli sul sale aggiunto all’impasto.

Mescolare bene, sempre con il cucchiaio. 

 

 

 Quando il composto comincia a prendere forma

unire l’olio.

 

Sempre con l’aiuto del cucchiaio far assorbire l’olio,

poi con la mano formare un panetto.  

 

 

Coprire l’impasto con pellicola trasparente 

(io con il coperchio della ciotola) e

mettere il contenitore in frigorifero per 6-7 ore.

 

 Lasciare lievitare l’impasto fino al raddoppio.

 

 Trasferire l’impasto lievitato direttamente nella teglia di cottura

foderata con carta forno.

 

 

 Con le mani leggermente unte, iniziare a stendere l’impasto, 

senza però “sforzarlo” o tirarlo,

nel caso, coprire la teglia con un’altra teglia 

e lasciare riposare per 15-20 minuti.

 A questo punto l’impasto sarà soffice 

e stenderlo sarà molto più facile. 

Scaldare il forno a 230°C

Farcire a piacere, io con pomodoro, mozzarella fresca,

cipolle e olive (per metà e l’altra metà margherita).

 

Infornare per 10 minuti nella parte bassa del forno

poi abbassare la temperatura del forno a 220°C,

spostare la teglia nel ripiano centrale del forno

 e cuocere ancora 10 minuti.

Prima di sfornare, controllare la cottura.

 

 

 

 

Ricetta Spaghetti con bottarga e limone salato

Ricetta Spaghetti con bottarga e limone salato
  • 350 g spaghetti
  • 150 g burro
  • 150 g vino bianco secco
  • 3 limoni
  • uno scalogno
  • bottarga
  • erba cipollina
  • sale

Per la ricetta degli spaghetti con bottarga e limone salato, sbucciate 2 limoni e separate
le scorze dalla parte bianca (albedo). Spremeteli e portate il succo a ebollizione, con un pizzico generoso di sale, quindi tuffatevi le scorze e proseguite la cottura per 10 minuti. Scolate le scorze, lasciatele raffreddare e tagliatele a listerelle.
Portate a ebollizione il vino bianco con un cucchiaio di succo di limone e lo scalogno tritato, quindi spegnete la fiamma e unite il burro a temperatura ambiente, mescolando per farlo sciogliere bene. Regolate di sale e lasciate raffreddare.
Cuoceteli in abbondante acqua salata, secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Scolateli e conditeli con il burro, qualche filo di erba cipollina tagliuzzato, il limone salato e la bottarga tagliata a fettine molto sottili. Ottimi tiepidi.

Proudly powered by WordPress